Gozzo alla tiroide: sintomi, diagnosi e cura

Il gozzo alla tiroide, adenoma tossico della tiroide, è dovuto ad una malattia conosciuta come morbo di Plummer, è caratterizzata dalla comparsa di un gozzo tossico nodulare.

Solitamente la presenza di un gozzo nella tiroide è tollerata bene, i problemi che può comportare sono solitamente di natura meccanica perchè potrebbe causare una compressione degli organi vicini, il sintomo più evidente è caratterizzato da un rigonfiamento del bulbo oculare, dispnea e disfagia, difficoltà di respirazione o deglutizione per una compressione della zona dalla trachea e dell’esofago. cefalea, sono sintomi che si possono generalmente associare a segni caratteristici della malattia responsabile del gozzo.

Tiroidite

La diagnosi si basa sulla palpazione del collo insieme ad alcuni esami del sangue, anche ad una eventuale ecografia. Tramite gli esami del sangue lo specialista controlla che i livelli ormonali siano nella norma. Un gozzo associato ad ipotiroidismo determina un basso livello ormonale, un livello ormonale alto invece è associato all’ipertiroidismo.



Tramite l’ecografia una sonda viene passata sul collo e converte le onde sonore riflesse dai tessuti in un’immagine, il medico così potrà constatare l’entità del processo ipertrofico-iperplastico, dolorabilità e se vi sono eventuali noduli.

Se la tiroide funziona regolarmente e il gozzo è piccolo o ben tollerato non si richiede trattamento ma un semplice monitoraggio nel tempo tramite analisi del sangue ed ecografie annuali o biennali.

PROBLEMI DI PESO: E SE DIPENDESSE DALLA TIROIDE?

Se la presenza del gozzo è associato a ipotiroidismo viene trattato tramite la somministrazione di tiroxina per via orale. Se invece il gozzo raggiunge dimensioni tali da creare un danno estetico o disturbi seri il trattamento chirurgico è l’unica soluzione, anche quando il gozzo alla tiroide dovesse presentare noduli, una situazione che determina ipertiroidismo o un tumore alla tiroide.

fonti