Gli studiosi scoprono dei gatti praticamente introvabili nel deserto – Potresti non averli mai visti prima

Dopo quattro anni di ricerche approfondite, questi rari e ricercati gatti selvatici sono stati finalmente catturati su un video – per la prima volta in assoluto.

I cuccioli, che hanno tra le sei e le otto settimane, sono stati scoperti dall’organizzazione Panthera , che è dedicata alla conservazione delle specie di animali selvatici del mondo. L’organizzazione era in missione di ricerca nei campi nel deserto.

I biologi Grégory Breton e Alexander Sliwa hanno visto i gattini della loro macchina tornare al loro accampamento nella parte marocchina del deserto del Sahara durante la primavera di qualche anno fa, scrive Panthera sul loro blog .

Furono le tre paia di occhi nel mezzo della notte nel deserto a catturare l’attenzione degli esperti.

Gli uomini hanno trascorso un’ora in libertà osservando e filmando dei piccoli gattini.

All’improvviso ne apparve una più anziana, che l’organizzazione sospetta fosse la madre.

Grégory Breton

Risultati sorprendenti

Hanno avuto fortuna dalla loro parte quella sera.

Questo era il sogno dei ricercatori diventato realtà e non potevano credere ai loro occhi.

Riteniamo che questa sia stata la prima volta che dei ricercatori documentino la presenza del Felis Margarita (Gatto delle sabbie) in questa particolare zona dell’Africa

scrive Grégory Breton nel blog di Panthera.
Grégory Breton

A prima vista, assomigliano a qualsiasi gatto normale ma sono tutt’altro. Il gatto delle sabbie, che passa la sua intera vita nel deserto, è estremamente raro. E’ anche estremamente timido e di solito cerca di stare il più lontano possibile dagli umani.

Nel 2017, per la prima volta in dieci anni, i ricercatori sono riusciti a catturare un gatto delle sabbie in foto. Ma tutto ciò e dato dalla volontà di Grégory e Alexander che sono riusciti a catturare filmati davvero unici di questo insolito animale. Il video e le immagini sono stati diffusi in tutto il mondo.

Rischio d’estinzione

Purtroppo, il numero di gatti delle sabbie è diminuito nel corso degli anni a causa della vita umana che ha colpito i loro habitat naturali.

Gli scienziati ora sperano di saperne di più sul gatto di sabbia, in modo che le specie possano essere protette e continuare a vivere nel deserto.

La pelliccia del gatto sabbia è marrone proprio come la sabbia del deserto e ha anche zampe pelose piuttosto spesse, quindi è in grado di sgattaiolare rapidamente attraverso le dune della sabbia.

Dai un’occhiata a queste meravigliose piccole creature qui sotto.

Sand Cat Kittens Spotted in the Wild for First Time from Panthera Cats on Vimeo.

Condividi se hai pensato che queste creature incredibili e interessanti siano alcune delle cose più carine che tu abbia mai visto nel mondo animale!