DonnaWeb - Il mondo delle donne a portata di click

Gennaio 29, 2019

Redazione DonnaWeb

Gli spiacevoli effetti collaterali del "non avere rapporti intimi": l'atrofia vaginale è uno di questi

Ci sono diversi effetti collaterali quando non si hanno rapporti sessuali per un certo periodo di tempo, il più comune è l'atrofia vaginale, ma non è l'unico rischio.

Indice:

Cosa significa atrofia vaginale.

Questa combinazione di parole che ci fa pensare a qualcosa di orribile indica una condizione comune, ma curabile, in cui le pareti vaginali hanno iniziato ad assottigliarsi.

 
Mentre può colpire chiunque, le donne che attraversano la menopausa sono più suscettibili ad essa, riferisce Body + Soul , a causa della diminuzione della quantità di estrogeni che i loro corpi andranno a produrre.
Pubblicità

La Mayo Clinic spiega anche come possono essere colpite anche le donne che sono state trattate per cancro (in particolare il cancro al seno).

Ma qual è l'atrofia vaginale, in particolare?

I suoi sintomi includono: bruciore, prurito, difficoltà a fare pipì e dolore durante il sesso ed è causato da una diminuzione della produzione dell'estrogeno dell'ormone sessuale femminile.

Gli orgasmi sono un modo efficace per prevenire l'atrofia vaginale (Immagine: E +)

Tuttavia, mantenere la sessualità attiva è fondamentale per combattere l'atrofia vaginale, con orgasmi regolari che contribuiscono ad alleviare questi sintomi aumentando il flusso sanguigno.

La dottoressa Louise Mazanti, una terapista sessuale con sede a Londra, ha dichiarato: "È molto importante avere una vita sessuale sana con un partner o con noi stessi.

"La gente spesso dice" non ho una vita sessuale perché non ho un partner ".

"Ma dimenticati di questo e avere una relazione sessuale con te stesso.

"Si tratta di usare il massaggio e toccare il tessuto in modo che diventi vivo, il sangue scorre e il tessuto diventa elastico.

"Si tratta davvero di esercitare il tessuto".

Il dott. Mazanti avverte se le cellule non ricevono abbastanza ossigeno, quindi non si può trattare di rifiuti dai tessuti, che a loro volta provocano l'infiammazione dei tessuti e, infine, l'atrofia vaginale.

Quando le tossine si accumulano, impedisce anche alle cellule di ottenere nutrienti vitali, lasciando il tessuto più sottile, più debole e molto meno sano.

Non sono solo le condizioni fisiche come l'atrofia vaginale che causa problemi.

fonte:https://www.mirror.co.uk/news/weird-news/unpleasant-physical-side-effect-not-11874475

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram