Gli adolescenti dormono poco, la scuola inizia troppo presto, cambiare l’orario della campanella?

Secondo una ricerca scientifica su Behavioral Sleep Medicine, la campanella segna l’inizio delle lezioni troppo presto e per essere puntuali, i bambini dormono meno.

Soprattutto se devono prendere un mezzo di trasporto per essere in classe alle otto, per alcuni la sveglia suona praticamente all’alba.

E la carenza di sonno si ripercuote su apprendimento e rendimento scolastico, ma anche sull’umore. La campanella suona troppo presto e così i ragazzini e le ragazzine, per essere puntuali a scuola, non dormono a sufficienza, perché si devono svegliare all’alba.

I 245 adolescenti americani ( 11-17 anni) che vanno a scuola, coinvolti nella ricerca, non dorme quanto dovrebbe, e dal confronto con le abitudini di coloro che studiamo a casa, è emerso che dormono in media almeno 4 ore a settimana in meno.



Il pediatra Lisa Meltzer, autrice dello studio ha commentato:

 “Gli chiediamo di svegliarsi quando il loro cervello dormirebbe ancora”. Anche perché durante la pubertà i ritmi circadiani cambiano: si tende ad andare a letto più tardi perché più tardi viene rilasciata la melatonina, l’ormone che ci fa abbandonare tra le braccia di Morfeo.”

Ci sono ancora dibattiti in merito all’opportunità di ritardare l’ingresso a scuola, intanto il consiglio è di lasciare fuori camera da letto tv, pc, tablet, smartphone e tablet, videogiochi che rischiano di compromettere il riposo notturno e di tenere il cervello attivo.

Fonte