Gira per i boschi, quello che trova in una casa abbandonata gli spezza il cuore

Proprio come ogni giorno, Jacob faceva la sua passeggiata nel bosco quando tornava a casa dal lavoro. Jacob si fidava sempre del suo istinto e quel giorno fece una passeggiata nel bosco nonostante non si sentisse tanto bene capì che doveva farlo.
 
 

Foto: Wikimedia Commons

Rebecka una donna di 44 anni che lavorava in una grande azienda, sentiva che la vita non poteva essere migliore di quanto non fosse gà dal momento che non le mancava nulla grazie anche alla sua strepitosa carriera in un’azienda.  Ma un giorno l’intera sua esistenza è crollata. La compagnia per cui lavorava era la stessa di Jacob, ma non si erano mai parlati. La compagnia era vicina al fallimento, quindi avevano bisogno di licenziare le persone. Con sgomento di Rebecca, fu licenziata e in un attimo tutte le sue certezze svanirono.  
 
Che un tale evento possa influenzare tutta la tua vita non è sempre ovvio. L’unica cosa che poteva fare era cercare un nuovo lavoro. Non è una cosa semplice. 

Rebecka aveva fatto un buon lavoro in azienda, ma non aveva pensato a lungo termine. Per questo motivo, il giorno dopo il licenziamento non aveva alcuna sicurezza finanziaria. Questo è quello che le è successo quattro anni fa, in occasione del suo quarantesimo compleanno. Non era mai riuscita a trovare un nuovo lavoro, anche se ci stava provando da tempo, la cosa peggiore che le fosse mai capitata quando lo stipendio ovviamente aveva smesso di arrivare. Non è stata lei a chiedere aiuto, né aveva parenti nella sua vita che potevano aiutarla.

Non potendo pagare l’affitto fu sfrattata dall’appartamento. Ed è finita per strada. Quando ha perso il lavoro, si è trovata costretta a vendere i suoi mobili e altre cose un po alla volta per potersi permettere qualcosa da mangiare. Arrivò il giorno in cui i soldi erano finiti e con loro anche il cibo.

Foto: Flickr. NOTA: la persona nella foto non ha nulla a che fare con la storia.

Passarono gli anni e Rebecka era dentro e fuori dall’ostello, è stata un’esperienza terribile. Tutto ciò che possedeva in quel momento era quello che indossava e piccoli oggetti che aveva nella borsa. Poche cose che erano state trovate nel cuore della notte nei rifugi o per strada.  Si addormentava con un occhio mezzo aperto per la paura che le potesse accadere qualcosa. Un giorno ne ebbe abbastanza e partì da sola nel bosco. Era terribilmente stanca, triste ed esausta. Non vedeva una via d’uscita dalla miseria.

Rebecka uscì nel bosco, trascinò le sue cose e camminò il più lontano possibile con le sue gambe. La foresta era insolitamente profonda e non ci era mai stata prima, anche se era collegata alla città in cui aveva vissuto per tutta la vita. Alla fine, Rebecka trovò un casermone abbandonato, vecchio e oscuro. Quello che vide lei erano quattro pareti, una porta e un tetto. Si diresse lentamente verso la casa per verificare se fosse davvero vuota. L’unica cosa che trovò all’interno della casa erano alcuni ragni e alcuni uccelli che avevano costruito un nido lì dentro. In una certa misura, poteva espirare.

Foto: Max Pixel

Spaventata

Jakob fece il giro della foresta come al solito. Questa si è rivelata una buona decisione perché scoprì la casa abbandonata. Scoprì la stessa casa in cui Rebecka aveva vissuto diversi giorni di fila. Jakob entrò in casa e quasi immediatamente trovò Rebecka spaventata seduta in un angolo. Rebecka aveva paura perchè non aveva visto una sola persona da diversi giorni. Tuttavia, questo incontro si è rivelato la cosa migliore che potesse accadere per la compagnia a cui Jakob stava lavorando: era il luogo di lavoro di Rebecca da cui è stata licenziata. Riuscì a calmarla e gli disse che la riconosceva dal lavoro. Alla fine, anche Rebecka lo ha fatto.

La compagnia non era mai andata in bancarotta e si era rialzata. Jakob aveva chiari ricordi di Rebecka, ricordava che era brava nel suo lavoro. Rebecka non lavorava da più di quattro anni ed era completamente in preda alla miseria, ma Jacob era disposto ad aiutarla a farla tornare in vita. Per Rebecka era difficile fidarsi delle persone dopo tutto quello che aveva passato, ma anche lei era disposta a lasciar andare la sua fiducia in lui.