Funghi champignon, un aiuto per le ossa

 Problemi alle ossa? Ci pensano i funghi, ricchi di vitamina D, a dare il giusto sostegno, vediamo come.

 funghi champignon

Per avere il giusto apporto di vitamina D giornaliero consumare 3 o 4 funghi prataioli o champignon è l’ideale, però, anche questi , come gli esseri umani, hanno bisogno di esposizione al sole per avviare la produzione fotochimica.

In particolare si devono far abbronzare al sole per 2 ore i funghi prataioli su di  un piatto, mentre se il periodo è invernale è meglio lasciarli qualche ora in più.

Poi, secondo la primaria di fisiologia nella Sidney Medical School, Rebecca Mason, farli riposare all’ombra per altre due ore da il tempo per completare la reazione chimica senza alterare minimamente il sapore.

La dottoressa ha spiegato che bastano davvero pochi funghi per avere il giusto apporto di vitamina D che svolge un ruolo fondamentale per le ossa di cui molte persone sono carenti, soprattutto in inverno.

Nonostante le ricerche non è ben chiaro come mai i funghi abbiano questa grande quantità di Vitamina D, ma è stato confermato che 3-4 funghi forniscono circa 10 microgrammi, il fabbisogno giornaliero per un adulto attivo.