DonnaWeb - Il mondo delle donne a portata di click

Ottobre 8, 2018

Redazione DonnaWeb

Fotografie sconvolgenti del Titanic scattate subito dopo la sua scoperta

Negli anni '80, Robert Ballard scoprì i resti del Titanic dopo una ricerca estenuante, essendo l'unico ad avere avuto successo perché c'erano stati molti ricercatori ed esploratori che avevano provato e non erano riusciti nell'impresa per quanto la nave si trovava nelle profondità dell'oceano, una profondità quasi inaccessibile.

È davvero affascinante l'avventura che Ballard ha vissuto con la sua squadra nella ricerca di questa nave, anche se molti la chiamano "tragica scoperta", così come la storia.

Di seguito vi mostreremo alcune immagini della grande impresa di Ballard e della sua squadra:

Pubblicità

È Robert Vallard, l'uomo che insieme al suo team è riuscito a trovare i resti del Titanic:

Per rendere questo possibile, la trasmissione in diretta è stata effettuata a 3.800 metri sotto la superficie del mare per vedere il relitto, Robert invece ha utilizzato un piccolo veicolo senza pilota, che aveva una macchina fotografica in grado di accedere ai luoghi più complicati.

Fu la Marina a finanziare questo progetto anche se la sua idea originale era quella di trovare due sottomarini nucleari che erano stati persi.

Poi la Marina e Ballard fecero un patto; se avesse potuto mappare e trovare i sottomarini, gli avrebbero permesso di continuare la ricerca del Titanic nel suo tempo libero, così ha accettato la sfida.

12 giorni passarono prima che Ballard trovò la famosa nave.

Ballard era associato a un istituto di ricerca francese, che utilizzava un sonar con il quale poteva rilevare se ci qualcosa fosse precisamente nella regione in cui la nave era affondata.

Alla fine Robert ha trovato i sottomarini e con ciò ha imparato una nuova tecnica.

Si rese conto che le correnti oceaniche portavano piccoli pezzi di resti sottomarini, che potevano guidare e condurre a qualche sentiero.

Con questo metodo è stato possibile trovare una delle caldaie del Titanic.

"Siamo stati davvero felici di festeggiare ma poi abbiamo pensato che non fosse giusto fare festa sopra un quasi cimitero", ha detto Robert.

Continuando la ricerca, hanno finalmente trovato la prua del Titanic.

L'interno mi ha lasciato senza parole ...

Questo momento è stato molto utile e la squadra ha scattato più foto possibili.

Dopo una tempesta ...

Questa è una delle fotografie impressionanti che sono riusciti a catturare quando sono tornati sul posto.

Ci sono molte persone che desiderano che il Titanic sia tolto dal profondo.

Ma Ballard ha detto che non sarebbe d'accordo con questa soluzione.

Ballard dice che è diventato un cimitero.

E come tale, è necessario rispettarlo e lasciarlo intatto come tributo a tutte le persone che sono morte.

È incredibile vedere come è finita quella nave impressionante, questa è una fotografia prima del suo viaggio inaugurale.

E da quel giorno, la nave è rimasta per sempre nel profondo dell'Atlantico.

E anche se non è stato finalmente scavato, non significa che non possano continuare con la loro esplorazione.

C'è ancora molto da scoprire.

Alcune parti della nave sono ancora ben conservate.

Sembra che il mare volesse mantenere intatta la struttura.

Alcune delle sue parti causano molta paura, sono agghiaccianti!

Beh, direbbe Ballard, è come un "cimitero".

Non importa come sei oggi, molti di noi continuano a ricordarlo con il suo splendore originale.

E quella prua, riporta alla mente una scena fantastica.

Non c'è modo di prevedere come sarà tra 100 anni.

È stato incredibile trovare questi resti, tuttavia siamo d'accordo con Ballard sul fatto che dovremmo avere rispetto per i morti e per il luogo in cui riposano.

Fonte consultata: Misteri / National Geographic

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram