Uccide brutalmente la fidanzata perchè aveva postato le sue foto in bikini sui social

Una ragazza di soli 24 anni, Bianca Lourenco, scomparve dalla favela di Kelson in Brasile a Rio de Janeiro, la scomparsa avvenne dopo la pubblicazione di una foto su Twitter di se stessa in bikini, foto che aveva intitolato così: “Se fossi in te sicuramente mi odierei anch’io”.

La polizia ha ritrovato dei pezzi del corpo della povera donna sparsi nella zona non molto lontano da casa, i parenti accusano il suo ex, uno spacciatore di droga di nome Enzo o Dalton, non conoscono bene le sue generalità.

Trovato il corpo fatto a pezzi non troppo lontano da casa

La coppia stava insieme da poco più di un anno e la ragazza aveva deciso di pubblicare le foto, dopo averlo lasciato, foto che avrebbero generato la rabbia del ragazzo, il 2 gennaio.

Lourenco era con il suo ex da poco più di un anno quando ha concluso la relazione.
Bianca Lourenco

Chi conosce l’uomo dice di lui che era un violento, la inseguiva e le impediva perfino di prendere l’autobus, aveva perfino tentato di rapirla ma non ce l’aveva fatta, non accettava la fine della loro relazione.

La zia del ragazzo lo trovò in un bar che beveva, dopo che la polizia trovò i poveri resti della ragazza, Dalton fu fermato e ha confessato l’omicidio, dopo aver visto i resti della ragazza però ha cambiato nuovamente versione dicendo che non era stato lui.

I residenti però lo colpevolizzano e lo accusano di aver smembrato il corpo della ragazza nella baia di Guanabara.