Famoso cantante internazionale ha aperto due ristoranti – dove le persone bisognose possono mangiare senza pagare

Il cantante Bon Jovi è stato uno dei musicisti più influenti degli anni ’80 e molti di noi hanno molta familiarità con la sua carriera. Coloro che non sono sicuri di finire per riconoscere i loro migliori successi come la famosa canzone “It’s my life” .

Ciò che non molti sanno è che è anche un grande attivista e promotore di un progetto sociale molto stimolante noto come Soul Kitchen.

Soul Kitchen è un’impresa guidata dalla fondazione JBJ, che porta l’acronimo diretto del nome del cantante.

È un ristorante che offre un menu con diversi piatti senza prezzo. L’idea è che quelli che hanno risorse pagano 20 dollari, quelli che non hanno soldi possono mangiare quello che vogliono e quindi partecipare come volontari in cucina o nei frutteti dove coltivano molti degli ingredienti.

Secondo il sito web Soul Kitchen, il 51% dei pasti serviti è stato finanziato da donazioni, mentre il resto è stato finanziato attraverso attività di volontariato.

Bon Jovi aprì la prima della sua Soul Kitchen nella zona di Red Bank, nel New Jersey, sua città natale. Il secondo era situato vicino al fiume Toms, un’area colpita dall’uragano Sandy nel 2012.

È vero che si tratta di un progetto di solidarietà, ma ciò non significa che il ristorante non offra prodotti di qualità. Al contrario, il menu è composto da antipasto, piatto principale e dessert in cui vengono utilizzati ingredienti biologici. Esiste anche una versione vegetariana / vegana.

Offre piatti come insalata con menta, uva, formaggio feta greca e mandorle filettati con gratinata all’arancia, che vedi sotto.

Si stima che nella cucina Soul di Bon Jovi siano stati serviti oltre 104.000 piatti fino ad oggi.

Che meravigliosa iniziativa! Spero che questo possa ispirare più persone a fare qualcosa di simile e ad aiutare chi ne ha più bisogno. Ti invitiamo a condividere questo con i tuoi cari se sei d’accordo.