Fa il bagno nel lago con i figli, scatta una foto, la guarda dopo un’ora e rimane scioccata

Fu nel 2014 che Kim Davison e la sua amica Jessie Lu, portarono i loro figli a nuotare nel “Murphys Hole”, nel Queensland, in Australia.

Mentre giocavano in acqua, hanno colto l’occasione per scattare alcune foto per avere dei ricordi di quel bellissimo momento passato in totale relax con i propri figli.

Fu solo più tardi che quello stesso giorno quando guardarono una delle foto scattate che Kim vide l’orrore.

Una delle foto mostra due adulti e quattro bambini. Ma non c’erano mai stati quattro bambini durante il viaggio. Ce n’erano solo tre e non c’erano altri bambini nelle vicinanze quando scattarono la foto.

Murphy's Hole
Trip Advisor

Kim si è anche ricordata che una delle sue figlie ha ripetutamente detto che sembrava che qualcuno stesse cercando di tirarla giù sott’acqua.

Qualcosa che la madre aveva assolutamente rifiutato anche solo come idea.

Dopo che l’immagine si è diffusa sul web, dopo essere stata pubblicata su Facebook, molte persone sono venute a conoscenza della storia e venne fuori una strana verità.

Il bambino sconosciuto aveva una faccia bianca lucida e occhi scuri. Sembra anche che avesse qualcosa di simile a delle corna sulla testa.

Kim è abbastanza sicuro che non c’erano altri bambini nelle vicinanze quando è stata scattata la foto.

Pixabay

Anche sul lato negativo è chiaramente visibile che c’è qualcosa nella figura, che molti esperti di soprannaturalismo considerano come prova che ci sia qualcosa nella figura.

Dopo che la foto è stata condivisa sulla pagina Facebook di Toowoomba Ghost Chaser, la storia ha preso una svolta ancora più spaventosa.

Si è scoperto che esattamente 100 anni prima era accaduto qualcosa di terribile nel lago. Nel 1915, una bambina era annegata esattamente nello stesso posto, scrive British The Mirror .

Doreen O'Sullivan
wiki albero

Dalla pubblicazione di un articolo dell’evento, è stato possibile leggere la causa della morte di quella bimba di 13 anni di nome Doreen O’Sullivan.

C’era voluta più di un’ora per trovare il corpo della ragazza, e suo padre era così disperato che decise che nessuno avrebbe mai più dovuto menzionare il suo nome.

Sia Kim che gli esperti sono certi che sia il fantasma di Doreen catturato nella foto, mentre altre persone più scettiche credono solo che siano schizzi d’acqua o riflessi di luce.

Kim afferma che non è stata solo l’immagine a farla reagire quel giorno, ma era stata anche perseguitata quando ha lasciato l’acqua dopo l’ultimo tuffo.

Molte persone ora si rifiutano di nuotare nel “Murphys Hole” dopo la spaventosa scoperta.

Facebook / Kim Davison

È quasi come aver girato inconsapevolmente un film horror.