Evviva le coppie felici ma non permettetevi di giudicare chi non lo è (concedetemi lo sfogo personale)

Care amiche,

premetto che non voglio creare polemiche nè essere la paladina di nessuno, mi è capitato di leggere nella home di Facebook lo stato di un’amica che ha il marito lontano per motivi di lavoro e soffre per la sua mancanza, volevo rispondere con un commento ma non sapendo da che parte iniziare ho voluto scrivere un mio personale sfogo qui…

partiamo da questo, lo sfogo che ho letto su Facebook:

…non ho voglia di leggere commenti della serie “sto bene da sola”…” senza mio marito sto meglio, che bello quando è fuori casa”…o..”finalmente un po’ di libertà tutta per me”…etc
Mi spiace ma io non riesco a stare da solai, non riesco a cenare senza di lui nè a dormire, desidero solo che stia vicino a me, al suo posto, perchè è con me il suo posto…
Come fate voi donne a dire che state bene senza di lui? Me lo potete spiegare davvero come diavolo ci riuscite?

Cara amica, non voglio parlare a nome mio, personale, ma a nome di tutte le mogli che non sono fortunate quanto te, ti spiego io come si fa a fare a meno di un uomo che ti fa sentire meno di niente.

Se tu hai avuto la fortuna di incontrare  “l’anima gemella” tutte quante le donne nella loro vita l’abbiano trovata, tutte le ragazze sognano il principe azzurro, di sposare l’uomo dei propri sogni, io, per prima, quando al primo anno di scuola superiore la professoressa chiese ad un’intera classe di sole femmine “cosa volessero fare nella loro vita” rimasero tutte meravigliate dalla mia innocente risposta, non il medico, l’avvocato, professoressa o chissà cosa, solo la mamma, la moglie, avere una bella e sana famiglia come quella dei miei genitori.

Questo significa che ogni donna arriva davanti all’altare convinta di amare per sempre l’uomo che sta per sposare, con il quale desidera avere dei figli e crearsi una bella famiglia, ahimè purtroppo non è sempre rose e fiori, per tante, forse, per la maggior parte non sarà così.

Non voglio sottolineare e parlare dei casi più tragici e delle povere vittime morte per mano dell’uomo che diceva di amarle…. già questa la dice lunga e dovrebbe spiegarti tante cose…

Semplicemente voglio parlare dei casi di tante, troppe donne, (in generale) che vanno avanti per amore della famiglia, dei figli, amando un uomo che spesso e volentieri non è come dovrebbe essere, non è quello che la mattina ti sveglia con un bacio ed un caffè, non è l’uomo che ti riempie di complimenti facendoti sentire la più bella del mondo, non è quello che ti riempie di baci e carezze facendoti sentire desiderata, non è quello che capisce le tue paure, le tue insicurezze, le tue ansie, la forza straordinaria che ha una donna nel mandare avanti la famiglia nonostante tutto. Voi direte che non esiste un uomo così, molte donne giurano di averlo trovato, quindi care mie pur rendendomi conto che non è tutto rose e fiori nella vita ogni tanto un uomo che sa come far sentire importante la propria donna, si trova.


Molti uomini sposati danno per scontato tutto ciò che ricevono dalla propria moglie, la donna che fa da badante, infermiera, psicologa, cuoca, navigatore dell’auto e della sua vita, amica, amante, la donna è spesso tutto questo per un uomo, cos’è invece l’uomo per lei? Spesso solo un’egoista che pretende tanto e che in cambio dà poco o niente.

Non vorrei scatenare le polemiche delle femministe che commenteranno se non stai bene con un uomo liberati, lascialo e fatti un’altra vita…

non è così facile per tutte, molte donne non possono farlo perchè non riescono psicologicamente a staccarsi dall’uomo al quale sono legate da anni e al quale hanno donato tutto il loro cuore, rimangono sempre nel limbo con la speranza che… chi lo sa? Forse,  un giorno cambierà..

altre, e sono le più numerose, sono quelle che non possono permettersi economicamente di prendere i figli e crearsi un’altra vita, spostarsi in un’altra casa perchè da sole si rendono conto che difficilmente potrebbero vivere meglio, garantendo lo stesso tenore di vita ai figli.

Gestisco da anni fan page e gruppi Facebook formati da donne adulte e ne ho letto tante lamentele e sfoghi, donne che vanno avanti per forza d’inerzia che non sanno nemmeno da dove prendono la forza, anzi forse sì, dai figli, che spesso e volentieri poi sono i primi a giudicarti e a non capire gli sforzi e i tentativi vani che fai.

Quindi, nella speranza che questo articolo lo leggano anche i “cari mariti”, voglio spendere due paroline per loro: guardate vostra moglie in modo diverso oggi, fatele capire che per voi è importante, fatela sentire donna, non c’è altro uomo al mondo che potrebbe farla stare meglio.

La donna è il riflesso del suo uomo. Se la ami fino quasi ad impazzire, lei impazzirà per te”.
-Brad Pitt

E voi, donne amate, felici e innamorate dei vostri mariti come fosse il primo giorno e soprattutto ricambiate, dico: beate voi, che fortunate che siete, non pensate ce siano fortunate quelle che dicono che stanno bene senza il proprio marito perchè nel momento in cui lo dicono, statene certe, una parte di loro muore un pò, è il segno di un grande fallimento, forse la colpa di essersi rese conto di aver commesso un grosso sbaglio anche se non vogliono ammetterlo, vivono nella convinzione che tutto va bene, quando non va bene per niente, non giudicate chi è più sfortunato di voi, chi non ha avuto la grazia di conoscere la propria anima gemella, di crearsi un futuro con “l’uomo perfetto” anche perchè non esiste e non crederò mai e poi mai che per voi sia tutto rose e fiori, perchè, ve l’assicuro, ogni donna vorrebbe parlare solo bene del proprio marito e nessuna gode lamentandosi del proprio uomo è anche vero che alla fine si sbaglia in due, tenetevi la vostra felicità e non permettetevi di giudicare chi non ha avuto la vostra stessa fortuna.