Sign in / Join

Ernia iatale, i cibi da evitare e quelli che aiutano a ridurre i sintomi

Sono tante le persone affette da ernia iatale, condizione in cui una porzione dello stomaco risale nell’addome al torace attraverso un’apertura del diaframma, non hanno sintomi, me per coloro che invece ne provano svariati, una corretta alimentazione può davvero fare la differenza.

La dieta permette di controllare i sintomi correlati all’ernia iatale, come bruciore di stomaco e indigestione acida; in presenza dell’ernia iatale gli acidi dello stomaco risalgono verso l’esofago provocando bruciore in gola e al torace.

Alcuni alimenti sono in grado di alleviare questi sintomi, inoltre, una sana dieta, una moderata attività fisica sono in grado di ridurre notevolmente il fastidio.

Alimenti da evitare che sono molto acidi e possono indebolire lo sfintere esofageo inferiore, facilitando la risalita degli acidi:

  • Agrumi, come arance, pompelmi, limoni, succo di arancia, succo di pompelmo, succo di mirtilli e limonata
    Cioccolato
    Alimenti grassi e fritti, come pollo fritto e tagli grassi di carne
    Aglio e cipolla
    Cibi piccanti
    Menta piperita e menta verde
    Alimenti a base di pomodoro, come il sugo per la pasta, pizza, chili, salsa e succo di pomodoro
    Caffè, tè (incluse le versioni decaffeinate) e alcolici
    Bevande gassate
    Prodotti lattiero-caseari, come latte intero, gelato e alimenti a base di panna.
    Olio e burro

Alimenti consigliati che producono poca acidità e non aggravano i sintomi:

  • Banane e mele
    Fagiolini, piselli, carote e broccoli
    Cereali, come crusca e avena, pane integrale, riso integrale, pasta integrale e crackers integrali
    Latte parzialmente scremato o scremato e yogurt magro
    Albumi e sostituti dell’uovo
    Formaggi privi di grassi, formaggio cremoso e panna acida senza grassi
    Carne magra, pollo e pesce
    Acqua
    Patate al forno, torte a base di riso, pretzel
    Dolci poveri di grassi (no ai dolci con cioccolato o alla menta)

Nota: Alcuni cibi presenti nella lista degli alimenti da evitare potrebbero non provocare fastidi, mentre quelli presenti  in alimenti consigliati possono causare problemi. In questo caso, conviene fare un diario alimentari e regolarsi man mano, ognuno tollera il cibo in modo diverso.

Fonte: http://www.oldeconomy.org/2012/06/ernia-iatale-cosa-mangiare-e-gli-alimenti-da-evitare.html

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Accedendo acconsenti all'utilizzo dei cookies in accordo con la politica e regolamentazione vigente in materia di cookies e privacy. Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi