Entrò nella camera dell’ex ragazzo, la notte, di nascosto per un motivo che sembra banale ma così non è

Essere una donna non è facile, soprattutto ai nostri giorni. A volte sembra che non ci sia modo di superare le avversità e che qualsiasi azione minima possa farci soffrire per tutta la vita. Una questione molto controversa è quella dei famosi “nudi”, foto che le coppie si scambiano in un momento in cui non sono fisicamente vicine e vogliono sentire quella vicinanza. È, forse, una delle peggiori idee che esistono.

Jane Hocking lo sa, perché una volta ha inviato una sua foto, completamente nuda, al suo ex fidanzato. A quel tempo non pensava molto, ma quando la relazione finì male, si rese conto che questo poteva essere qualcosa di molto brutto.

«Qualche anno fa ho rotto il fidanzamento con un ragazzo che non l’aveva preso molto bene. Sapevo di avere una foto del mio seno sul suo cellulare (cosa orribile, lo so) e l’idea che si potesse vendicare e che la condividesse con i suoi amici era reale. Quindi ho fatto qualcosa che non avrei mai pensato di fare “, ha scritto sul sito di Whimm.

Instagram jana_hocking

«Sono arrivata a casa sua una sera, molto tardi, sapendo che l’avrei trovato a letto. Entrai dalla sua finestra e mentre russava, presi il suo cellulare, cercai tra le sue foto e trovai quella che stava cercando, la cancellai e me ne andai immediatamente.

Ancora oggi ringrazio Dio per il fatto che il riconoscimento delle impronte digitali non era stato ancora inventato. Ho iniziato a pensare, è questo che le donne devono fare per sentirsi protette?

Jane ha ammesso che non voleva che tutti vedessero il suo corpo nudo, ma ammette che non era qualcosa che non aveva considerato quando ha inviato la foto.

Instagram jana_hocking

In gruppi di amici maschi ha visto le foto delle donne che frequentavano mostrarle con orgoglio agli altri uomini. Sebbene sappia che non c’è niente di sbagliato nell’inviare quelle foto, sono un pericolo.

Instagram jana_hocking

Secondo un recente studio del Kinsey Institute, il 23% delle persone intervistate (oltre 5.000 adulti di età compresa tra 21 e 75 anni) hanno condiviso le foto che hanno ricevuto con altre persone. “Anche se è più che benvenuto inviare una foto del genere a una persona speciale, il mio consiglio è di rimuovere tutti i gioielli che possono essere identificati, e tagliare il viso prima di premere Invia.”

Forse l’idea di entrare nella casa di qualcuno senza permesso è discutibile, ma non abbiamo visto la privacy delle donne stuprate abbastanza volte? Non dimentichiamo quando sono stati violati gli account di centinaia di celebrità e le loro foto private si sono diffuse su Internet senza il loro consenso .