Entro il 2023 addio al vecchio medico di famiglia

Secondo alcuni studi, entro sette anni, circa 20 milioni di italiani potranno dire addio al medico di famiglia e di conseguenza un assistito su tre sarà senza il suo dottore di fiducia, la colpa sarebbe della burocrazia che spinge ad abbandonare la professione e al numero chiuso che scoraggia i giovani.

Entro il 2023 verranno a mancare 16 mila medica di famiglia, l’allarma riguarda soprattutto il Nord Italia, in Piemonte nei prossimi sette anni lasceranno lo studio 1173 medici di famiglia, in Lombardia 2776, in Veneto 1600, in Liguria 527.


I dati sono stati presentati al congresso nazionale della Fimmg, la Federazione dei medici di famiglia, :
“Bisogna aumentare i posti nelle scuole post-laurea di medicina generale, altrimenti sul territorio rimarranno solo i pazienti”, denuncia a ‘La Stampa’ il presidente dell’Enpam, Alberto Oliveti.

Secondi i dati Fimmng, le Regioni che programmano l’accesso alla professione non vanno oltre i 900 borsisti l’anno e i pensionamenti sono sempre in aumento, inoltre, sembra che siano sempre gli stessi a mantenere più a lungo le cattedre all’università e godere dei finanziamenti, lasciando quasi nulla agli studenti, per cui c’è bisogno di un nuovo sistema di assistenza sanitaria, l’attuale sarebbe da rivedere.

Fonte: http://salute.leggo.it/medicina/addio_al_vecchio_medico_di_famiglia_entro_sette_anni_sistema_potrebbe_cambiare-2007125.html