ECCO PERCHE’ E’ IMPORTANTE PORTARE I BAMBINI IN SPIAGGIA, I SETTE MOTIVI PRINCIPALI

Portare un bambino in spiaggia a volte è un po’ complicato, bisogna organizzarsi per bene, riempire la borsa di tutto ciò che occorre, dal cambio vestiti ai costumini, dai giochi allo spuntino se gli viene fame.

Bisogna incastrare gli orari, prevedere la pappa, il riposino, quando il sole è troppo alto, fare attenzione alla marea ect…Ma portare i propri figli al mare è solo uno stress?

Secondo l’Huffington Post ci sono sette motivi validi per i quali portare in spiaggia i propri piccoli:

– Possono esplorare nuovi materiali e nuove cose, infatti, il bambino ama provare nuove esperienze, la spiaggia è perfetta perché ricca di tante materie naturali: sabbia asciutta, sabbia bagnata, rocce, conchiglie, acqua, sabbia calda, sabbia tiepida, sabbia fredda, vento…

– Il suono delle onde che si infrangono crea un suono familiare ai bambini che gli fa ricordare il ventre della mamma e di conseguenza concilia il sonno.

– I bambini si innamorano della natura, amano i granchietti, i pesciolini, i paguri, le lumachine e le formichine, tutte creature che possono imparare a conoscere sulla spiaggia. Inoltre, secondo uno studio americano, questa esperienza diminuirebbe l’incidenza dell’obesità nei bambini e favorirebbe uno stile di vita più sano.


– L’acqua di mare fa bene, si sa, dal naso che cola all’eczema.

– Prendono il sole e questo aiuta la crescita armonica delle ossa, aiuta a regolare il sonno e fa bene all’umore. Ovviamente bisogna fare attenzione all’eccessiva esposizione e prendere le precauzioni del caso.

– I bambini amano la parola “ancora”, quando sono in casa vogliono rileggere lo stesso libro o fare lo stesso gioco infinite volte, sulla spiaggia possono intrattenersi in tantissimi modi diversi.

– Infine, i bambini sono molto invidiati e sapete perché? Possono fare i nudisti senza che nessuno gli dica niente.

FONTE