Ecco com’era il “Ken umano” prima dei 70 interventi subiti

Ai giorni nostri è abbastanza facile alterare e modificare il proprio aspetto.

A causa della facile accessibilità, le procedure cosmetiche sono in forte espansione e, naturalmente, ci sono sempre quelli che amano esagerare perchè non riescono più a fermarsi dopo il primo ritocchino.

Rodrigo Alves, noto più comunemente come “Il Ken umano”, ha speso centinaia di migliaia di dollari ridisegnando il suo intero viso e corpo usando la chirurgia estetica. Il nativo brasiliano era sempre infelice e a disagio nella propria pelle ed è convinto di essere nato nel corpo sbagliato.

E ora, Rodrigo si è aperto sulla sua giovinezza e ha condiviso le foto di come appariva prima di andare sotto i ferri … ed è semplicemente irriconoscibile .

Continua a scorrere per vedere le foto e ascoltare il ragionamento straziante dietro il suo estremo restyling.

Rodrigo Alves – La bambola umana Ken.

Dopo essere andato sotto il bisturi più di settanta volte, l’ossessione del trentaseienne di somigliare alla bambola di plastica lucida e cesellata ha chiaramente raggiunto nuovi livelli estremi.

Rodrigo Alves – La bambola umana Ken.

Dopo essere andato sotto il coltello più di settanta volte, l’ossessione del trentaseienne di somigliare alla bambola di plastica lucida e cesellata ha chiaramente raggiunto nuovi livelli estremi.

La Disney inizialmente ha ispirato il look di Rodrigo.

Ha spiegato : “Sono sempre stato una persona molto creativa, sono cresciuto guardando i film della Disney e volevo sembrare un principe quando ero bambino.”

E da questa visione è nata la bambola umana Ken.

Questo look unico gli ha dato fama internazionale.

Sebbene sia nato in Brasile, Rodrigo si è trasferito a Londra quando aveva diciannove anni e da allora è diventato in qualche modo un personaggio televisivo, ottenendo successivamente un seguito di Instagram di 800.000 persone.

Parlando con The Sun , ha detto: “La mia prima chirurgia plastica è stata all’età di 17 anni quando mi è stata diagnosticata la ginecomastia, la crescita del seno maschile e del tessuto toracico”.

Il tessuto dal suo seno è stato rimosso.

Ma Rodrigo sapeva che voleva fare più lavoro.

“Ho avuto un’operazione per rimuovere il tessuto in eccesso. Sapevo allora che era disponibile la chirurgia plastica, ma ero troppo giovane per avere tutto quello che volevo fare per reinventarmi. “

Quando si trasferì a Londra per studiare all’università , ricevette un paio di lavori falliti.

“Mentre ero uno studente, ho avuto i miei primi interventi chirurgici ma con scarsi risultati. Ero molto giovane e avrei trovato dei chirurghi online e sarei andato dai più costosi di Harley Street. ”

E ha imparato come reperire chirurghi estetici professionali ed efficaci. “Questo mi ha insegnato che costoso non significa buona qualità”, ha spiegato, “E ciò che rende un buon chirurgo è la pratica”.

Da allora Rodrigo ha avuto un totale di dieci procedure … solo sul naso.

E una volta iniziato, non riusciva a smettere.

Lo chiami, ce l’ha.

Trapianti di capelli, botox e filler, protesi pec, liposuzione e rimozione delle costole sono solo alcune delle intense procedure di Rodrigo.


Rodrigo ha ottenuto il suo corpo da sogno praticamente dall’oggi al domani.

Rodrigo Alvez

Anche se è il primo ad ammettere che i suoi muscoli sono in qualche modo ingannevoli. Parlando al Daily Mail , ha detto: “La gente mi dice che sembro così in forma, ma cara, i miei addominali sono falsi. Ho delle protesi al silicone. Le mie braccia sono finte e piene di riempitivo. “

Rodrigo non è mai stato a suo agio con la propria pelle e ha sofferto per mano di bulli durante la sua infanzia e adolescenza.

Rodrigo ha sofferto di insicurezze sul suo aspetto da quando era bambino.

Rodrigo Alves

Fu accolto instancabilmente dai suoi coetanei, che si beffarono delle sue “tette” e lo incurvarono di jibes sul suo peso e sulla sua figura. Inoltre, è stato preso di mira per il suo “naso grosso” e successivamente è stato soprannominato “naso a patata” e “pancia di gelatina”.

Non mi piace concentrarmi sul passato perché mi fa arrabbiare”, ha detto, parlando nel programma televisivo britannico, Loose Women , lo scorso agosto. Ha anche affermato di essere stato “spinto giù per le scale e la mia faccia premuta contro il muro”.

“Crescendo mi sono sentito solo perché nessuno voleva essere amico di me. A causa della mia immagine corporea e del fatto che ero timido, ho evitato le situazioni sociali “.

E, dopo che il suo aspetto ha iniziato a cambiare notevolmente, gli è stato diagnosticato un Disturbo Dismorfico corporeo, un disturbo d’ansia che fa sì che una persona abbia una visione distorta di come appaiono e si preoccupano ossessivamente del loro aspetto.

La diagnosi è arrivata dopo che i familiari si sono preoccupati del suo aspetto in rapida evoluzione.

Rodrigo Alvez

E fu successivamente invitato a vedere un terapista per la sua dipendenza da chirurgia.

“Avevo una terapia cognitivo comportamentale, che mi ha aiutato a capire me stesso”.

E sentiva che la chirurgia estetica era l’unico modo in cui poteva essere il suo “vero sé”.

“Nei miei sogni, guardo in un certo modo, ma poi mi alzo al mattino e mi guardo allo specchio non mi sono riconosciuto. Questo è il motivo per cui ho continuato a fare interventi chirurgici, alla ricerca dei migliori medici negli Stati Uniti, in Brasile, in Europa e in Medio Oriente per aiutarmi a diventare il mio vero io. “

E, nonostante la sua ossessione per la chirurgia estetica …

Rodrigo Alvez

Il dottore ha ritenuto Rodrigo sano di mente.

“Dopo un anno di trattamento, i medici hanno concordato che ero perfettamente sano ma che avevo appena avuto un problema con l’immagine speculare. Posso solo descriverlo come avere la sensazione di essere nato nel corpo sbagliato. “

Odiava ciò che vedeva allo specchio ogni giorno.

E, con il sostegno della sua famiglia, si è comprato un viso e un corpo completamente nuovi.

Il suo aspetto è cambiato drasticamente nel corso degli anni.

Rodrigo Alvez

Rivelare foto di se stesso nei suoi vent’anni ha solo enfatizzato la lunghezza pura e in qualche modo straziante che ha attraversato per cambiare il suo aspetto.

Nel 2016, Rodrigo ha contratto un’infezione dopo il sesto dei suoi dieci lavori al naso. Lo lasciò incapace di respirare e il suo viso cominciò a marcire.

Il suo corpo ha respinto il nuovo naso e ha sofferto di necrosi, un’infezione che vede morire e appassire il tessuto cutaneo.

E ora è diventato un ambasciatore cosmetico, incanalando il suo lavoro nel rompere i tabù intorno alle procedure cosmetiche.

“Sono stato onorato dalla Aesthetic Academy negli Stati Uniti e da ora in poi parlerò apertamente della chirurgia plastica per rompere i tabù e insegnare alle persone le mie esperienze in modo semplice e alla mano senza terminologia medica”.

Anche se Rodrigo non è l’unica persona a fare notizia su questo argomento … recentemente una mamma è stata messa a fuoco per aver sollecitato sua figlia adolescente a sottoporsi a un intervento di chirurgia estetica perché “le persone brutte non arrivano da nessuna parte”.