Durante la gravidanza comincia improvvisamente a sanguinare, una radiografia rivelerà la verità spaventosa

Bisogna sempre essere in grado di prestare attenzione ai segnali del proprio corpo. Anche se il minimo cambiamento, può essere un segno di qualche problema più grande. Se sei incinta, hai un motivo ancora maggiore per monitorare da vicino il tuo corpo e le tue condizioni.

Quando Racher Bailey, che vive a Southwark, Londra, era alla sua 21a settimana di gravidanza, ha avuto una strana emorragia improvvisa. Poiché era incinta, i medici hanno accettato di esaminare la donna, anche se la situazione non sembrava così grave.

Ora ringrazia il suo bambino per avergli salvato la vita.

Metà della sua gravidanza era già alle spalle quando Rachel Bailey, 28 anni, ha subito inaspettatamente forti emorragie. Preoccupata per il benessere del suo bambino, la futura mamma si è immediatamente recata in ospedale per farsi rassicurare dai medici che tutto andava per il verso giusto.

I medici inizialmente non hanno notato nulla di strano, fino a quando la radiografia non ha rivelato qualcosa che non avrebbe dovuto essere trovato sul suo stomaco vicino al bambino, riferisce The Epoch Times .

Tumore delle dimensioni di un’uva

Nell’addome di Rachel è stato trovato un tumore di sei centimetri di diametro. La risonanza magnetica e la biopsia hanno rivelato ai medici che si trattava di un tumore maligno.

I medici volevano tagliare il tumore il più rapidamente possibile, ma allo stesso tempo tutti sapevano che avrebbe compromesso la salute del piccolo in grembo.

Foto: Sfondo foto creata da freepik – it.freepik.com
“Foto d’esempio”

Alla fine, la decisione spettava esclusivamente a Rachel: o i medici avrebbero rimosso immediatamente il tumore maligno, oppure avrebbero aspettato fino alla fine della gravidanza, correndo il rischio che il tumore potesse crescere e diffondersi irrimediabilmente.

Non volevo rischiare la vita del mio bambino non ancora nato, quindi abbiamo deciso di aspettare fino alla 30a settimana“, dice Rachel alla Caters News Agency.

Il tumore ha continuato a crescere

Rachel ha deciso di continuare la sua gravidanza senza i problemi posti dall’intervento e finalmente, due settimane prima del tempo calcolato, è iniziato il suo parto.

L’11 maggio Rachel ha dato alla luce un bambino in buona salute di nome Phoenix. Successivamente, la donna è stata messa in quarantena per due settimane prima dell’intervento.

Alla fine, dopo più di 25 ore di intervento chirurgico, i chirurghi sono riusciti a rimuovere una parte del rene di Rachel a cui si era attaccato il tumore. Il tumore maligno era cresciuto fino a tre centimetri più grande di quanto non fosse stato due mesi prima quando era stato trovato.

Avverte altre donne in gravidanza

La neo mamma ha deciso di condividere la sua storia sui media in modo che altre mamme in dolce attesa possano monitorare il loro benessere e ascoltare i segnali di pericolo sui loro corpi.

– Non ho dubbi che Phoenix mi abbia salvato la vita. Perché quel cancro non sarebbe stato trovato se non fossi stata incinta, afferma Rachel.