DonnaWeb - Il mondo delle donne a portata di click

Luglio 23, 2019

Redazione DonnaWeb

Drogava i bambini e li rinchiudeva nelle bare, candidata al premo Nobel, leggete prima di giudicare

Avete mai sentito parlare di Irena Sendler? Questa donna è stata candidata al premio Nobel ma quello che ha fatto nella vita ha dell'incredibile, drogava i bambini e li metteva nelle bare, ma prima di pensare male e indignarvi, fermatevi un momento a leggere la sua storia.

Irena è nata in Polonia nel 1910, il padre un famoso medico di nome Stanislaw Krzyżanowski, è morto di tifo quando lei aveva solo 7 anni, contagiato dai stessi pazienti che curava.

Tutto questo ha lasciato un segno indelebile nella figlia che in nome del ricordo del padre, iniziò ad aiutare chiunque ne avesse bisogno in qualsiasi modo. Durante l'olocausto Irena ha contribuito a salvare i bambini ebrei usando i modi più incredibili e disparati e uno di questo è rimasto nella memoria per la sua incredibilità.

Pubblicità

Usava nasconderli in ambulanze occupate da malati, dentro carretti o borse della spazzatura, a volte dentro le bare, li drogava per farli sembrare morti o li faceva addormentare in modo che non venissero scoperti. Grazie a lei vennero salvati 2500 bambini e nel 2007 vinse anche una nomination al Nobel per la pace.

Ma “l’angelo di Varsavia” morì un anno dopo a 98 anni. Nel video seguente viene raccontata bene la sua storia:

 

 

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram