Donna trovata morta in un rifugio per cani con parecchi segni di morsi sul corpo

Una donna britannica che ha dedicato la sua vita ai cani di strada in Egitto è stata trovata morta nel suo rifugio per animali.

Anne Johnson, che era conosciuta come Janet, fu trovata con morsi di cane nel complesso nella città di Dahab.

Gli agenti di polizia egiziani che hanno indagato sulla sua morte hanno riferito ai giornali locali che è stata uccisa a morte da tre cani e aveva morsi sul viso e sul collo.

Ma gli amici hanno negato le accuse e affermano che la 61enne è crollata quando è andata a dare da mangiare agli animali, come faceva quotidianamente.

Dicono che gli animali potrebbero averla morsa una volta che era già morta.

In un post di Facebook , sulla pagina dell’ente benefico, uno ha dichiarato: “Come amici e amministratori a lungo termine per Janet e i cani, smentiamo assolutamente qualsiasi suggerimento che sia morta a causa di un attacco di un cane.

“È stata soccorritrice di cani, badante e ha mostrato loro amore e gentilezza per molti anni.

“Stiamo facendo tutto il possibile per ottenere un risultato positivo da una tale tragedia.

La signora Johnson, di Macclesfield, viveva in Egitto da 16 anni, trascorrendo il suo tempo lavorando per salvare animali randagi e abbandonati.

Oltre ai cani, gestiva il rifugio quasi da sola per prendersi cura di gatti, conigli, cavalli e asini.

“Ha dedicato la sua vita ai cani. Questo non è quello che avrebbe voluto.”

Un portavoce del Ministero degli Esteri ha dichiarato: “Stiamo sostenendo la famiglia di una donna britannica che è morta in Egitto e siamo in contatto con le autorità egiziane.

“I nostri pensieri sono con la famiglia in questo momento difficile.”