Donna incinta uccisa da un autista sotto l’effetto di droghe: la bambina sopravvive, in condizioni critiche

Come riportato da Fox11 di Los Angeles , la bambina è nata con taglio cesareo in questi giorni dopo che sua madre è stata uccisa in un terribile incidente. È stata investita da un’auto e l’autista è sotto l’effetto di sostanze stupefacenti.

La 23enne Yesenia Aguilar stava camminando con il suo fidanzato James Alvarez per le strade di Anaheim, Los Angeles, USA, l’11 agosto, quando è stata investita da una donna drogata.

Yesenia, che era incinta di otto mesi della piccola Adayln, era morta sul colpo e la piccola era in condizioni critiche. Ma come per miracolo, si sta riprendendo anche se lentamente.

È successo tutto così in fretta,” disse James. “Ho sentito la macchina che strideva perdendo il controllo e poi come si è diretta verso di noi sul marciapiede. Abbiamo appena chiuso gli occhi ed eravamo pronti per l’impatto. Abbiamo solo aspettato, ma non ho sentito niente. Mi sono voltato e lì ho visto tutto, ho visto mia moglie. So che in quel momento stava solo pensando a nostra figlia. Sapevo che stava pensando “nostra figlia, nostra figlia” “.

Intanto Adayln sta di nuovo bene, così da poter fare un servizio fotografico con lei, proprio come Yesenia aveva sempre voluto.

Spero che le persone vedano il visino di questa bambina e ci pensino più volte prima di fare qualcosa di stupido e distruggere una famiglia perché questa bambina non lo merita e nemmeno Yesenia“, ha detto il fotografo Grisel Leyva, che aveva già fatto ha fatto il primo servizio fotografico con la mamma mesi prima.

Foto: Grisel Leyva,  X&V Photography

Courtney Pandolfi, 40 anni, era la conducente dell’auto che investì Yesenia. In precedenza era stata anche coinvolta in un incidente in cui potevano essere rilevate sostanze illegali. Adesso è accusata di omicidio.

“La cosa peggiore è che mia figlia crescerà senza sua madre. Non conoscerà mai il calore di sua madre. Ma è per questo che devo apprezzare questo miracolo davanti ai miei occhi ogni giorno “.

James ha condiviso quanto si sentisse abbandonato e solo dopo l’incidente, ma l’amore e il sostegno della comunità lo hanno aiutato a rimettersi in piedi e continuare a mantenere la famiglia.

Una vera tragedia che, senza dubbio, avrebbe potuto essere evitata.

Riposa in pace, bellissimo angelo.

Condividi questo articolo per dare a James e alla sua giovane figlia un po ‘di conforto.