Donna incinta sta facendo un’ecografia – Ma ciò che mostra il monitor spaventa sia lei che il medico!

Quando la futura madre Jessica Woods dell’Oklahoma decise di fare un’ ecografia, non vedeva l’ora di vedere suo figlio per la prima volta nella sua vita.

Nel frattempo, ciò che vide sul monitor durante l’esame la lasciò terribilmente sotto shock.

All’inizio era solo una ecografia, tutto sembrava normale. Quindi il bambino ha girato la testa verso di noi. È stato uno spettacolo spaventoso “, ha detto Jessica in un’intervista a  The Mirror.

Ogni donna incinta prova tutta una serie di sentimenti diversi. Dal nervosismo all’eccitazione.

Uno dei punti obbligatori da superare durante la gravidanza sono proprio le ecografie. È grazie a loro che vediamo come si sta sviluppando il nostro bambino e se tutto va bene. Un simile esame può suscitare felicità o terrore.

In questo caso siamo proprio nella seconda opzione, questa donna incinta è diventata più nervosa. Ciò che vide sul monitor la spaventò.

È stato spaventoso. Ho subito iniziato a chiedermi e preoccuparmi di come sarebbe stato mio figlio quando fosse nato “, ha detto la donna incinta in un’intervista a  The Mirror.

“Ero onestamente terrorizzata da ciò che ho visto sul monitor. Sembrava uno scheletro, ma molto più orribile, si muoveva e ci fissava!. “

Questa è stata la seconda gravidanza di Jessica. La donna non ha mai affrontato un’ecografia così strana alla prima gravidanza.

I dottori a primo impatto toccati dalla scansione, le assicurarono che non c’era nulla di cui avere paura. Il figlio è sano e si stava sviluppando correttamente.

Oggi suo figlio, Silas, ha un anno e mezzo e non assomiglia affatto a quella spaventosa creatura vista dall’ecografia. È un bambino bello ma sopratutto sano.

Vedi Jessica e il suo dolce figlio nel video qui sotto:

Deve essere stata un’esperienza terribile per questa donna incinta. È difficile immaginare come si sia sentita Jessica quando ha visto suo figlio per la prima volta! 

Fortunatamente, dopo il parto, i bambini non si assomigliano per nulla alle foto scattate durante le scansioni.

Condividi questa storia con i tuoi amici e familiari.