Dolori e crampi alle gambe, perchè vengono? 4 possibili motivi

I crampi alle gambe sono comuni, specialmente tra gli anziani e le donne incinte. Ma anche fisicamente attivo può essere influenzato quando i muscoli sono esposti a un duro allenamento.

Spesso il crampo muscolare si verifica nel polpaccio o sotto il piede – e quindi viene chiamato trasmittanza. Ma gli spasmi, che, sebbene innocui, possono fare molto dolore, possono anche apparire nelle cosce, nelle mani, nelle braccia e nel petto.

Dolore o crampo alla gamba o al polpaccio?

In breve, i crampi muscolari significano che un muscolo si contrae. A volte una contrazione viene improvvisa ed esplosiva, a volte continua in una serie densa e ininterrotta. Quando si trova nel polpaccio o sotto il piede, viene solitamente chiamato trasmissione.

Spesso lo si ottiene durante la notte, non spesso dopo aver praticato o svolto un lavoro fisico. Ma esattamente ciò che lo scatena non è ancora chiaro.

Con l’aiuto del sito di Medical Daily e della ricerca moderna, elenchiamo quattro ragioni per cui si ottengono i crampi.

1177 Il consiglio della guida per la prevenzione del disagio è di allungare regolarmente, ad esempio durante l’allenamento.

1. Sudore

Quando ci alleniamo, sudiamo minerali importanti come sodio, potassio, magnesio, calcio e cloruro oltre all’acqua. E quando il corpo si esaurisce, i segnali nervosi nel cervello vengono interrotti, il che si manifesta in crampi muscolari, secondo uno studio del 2010.

2. Disidratazione

Durante il calore, l’attività e la sudorazione, anche l’acqua del corpo scompare. Bere correttamente può prevenire e alleviare i crampi muscolari.

3. Muscoli stanchi

Quando si esercita duramente e si lascia che un singolo muscolo si strappi a lungo nella stessa posizione, può diventare stanco. Quindi, il controllo del riflesso smette di funzionare correttamente – che può esprimersi in contrazioni improvvise ed esplosive, o un flusso di contrazioni che non cessano per un po ‘, secondo uno studio del 2009.

4. duro allenamento

Coloro che si spingono oltre la normale routine di allenamento senza rendersi conto dei propri limiti sono più a rischio di contrarre spasmi muscolari.