Diventare mamma dopo i 40 anni, una scelta consapevole, ma quali sono i pro e i contro?

In Italia ci sono tantissime mamme over 40, al punto che il nostro Paese detiene il record europeo, anche da diversi anni, in tutto l’occidente, si è verificato un cambiamento di cultura, nella società moderna le donne sono padrone delle loro scelte e decidono liberamente quando e se diventare mamme.

Dietro la scelta di avere un figlio ci sono vari fattori: studio, carriera, partner giusto, lavoro e situazione economica, ma avere un bambino dopo i 40 anni che lati positivi e negativi ha?

Non proprio tutte dopo i 40, molte donne dopo i 30 iniziano ad avere l’idea di fare un figlio, senza non dare uno sguardo alla propria situazione.

Oggi le donne primeggiano negli studi e nel lavoro e fanno lunghi percorsi per arrivare a raggiungere buoni posti di lavoro, anche la situazione sentimentale incide molto, perché avere il compagno giusto con cui condividere questa esperienza diventa fondamentale quasi per tutte.



Avere un figlio dopo i 40 anni ha pro e contro:

Dopo i 40 anni è più difficile riuscire a rimanere incinta ed è molto più difficile dopo una certa età, le possibilità di fallire aumentano anche adoperando la fecondazione assistita.

Dopo aver concepito, il rischio di avere gravidanze extrauterine e aborti spontanei aumenta a dismisura, le complicazioni legate all’età, come ipertensione e disfunzioni alla tiroide, influiscono negativamente sul feto e prendersi cura del bambino è più difficile, soprattutto quando sarà grande e la differenza generazionale sarà notevole.

Dall’altra parte, però, ci sono anche alcuni pro di avere un figlio dopo i 40 anni, come quello di vivere la gravidanza con grande maturità e convinzione, un bambino desiderato tardi è sicuramente un bambino fortemente voluto, una donna a questa età è in carriera, soddisfatta ed equilibrata, diventare madre sarà un’esperienza più rilassante e lo vedrà come un miracolo.

Fonte: http://www.elle.it/Bellezza-Beauty/avere-un-figlio-dopo-i-40-pro-e-contro