Dieta: i weekend la uccidono, ce lo dice uno studio

Quando iniziamo una dieta lo facciamo sempre di lunedì anche se la maggior parte delle volte si tratta solo di un continuo rimanda, quelli invece dotati di buona volontà riescono a tener duro solo durante la settimana lavorativa, il weekend carico di convivialità e allegra compagnia solitamente stravolge i buoni propositi e ci spinge a compiere delle vere e proprie abbuffate. imagesSecondo uno studio britannico, circa 10mila in due giorni le calorie che assumiamo tra pranzi di famiglia, aperitivi con amici e spuntini vari, banalizzando il sacrificio compiuto durante la settimana.

Il sondaggio è stato condotto in Gran Bretagna per conto di una marca di integratori alimentari e i risultati sono stati più che chiari: anche in Italia sono in tante le persone che ammettono la loro incapacità di resistere alle tentazioni del fine settimana.

In questo modo però davvero si finisce per ingerire la metà di quello che dovrebbe essere l’intero introito energetico settimanale.


Solitamente, il fabbisogno calorie giornaliero  è di 2.500 calorie per gli uomini e 2.000 per le donne, ma nel fine settimana, sembra che il 57% degli uomini consuma 10.000 calorie distribuite in questo modo: 3.500 calorie nella notte tra venerdì e sabato, per un totale di 7.000 calorie tra cene e drink e 3.000 la domenica.

Il 46% delle donne riesce a ingerire 8.000 calorie in un fine settimana: 2.500 calorie tra la notte del venerdì e 3.500 in quella di sabato, mentre 2.000 la domenica.

I veri killer della dieta sembrano essere gli spuntini tra i pasti, in particolar modo quelli fatti nei fine settimana passati davanti alla tv con la famiglia, sgranocchiando pop corn, biscotti e altro.

PRIMA DI INIZIARE QUALSIASI TIPO DI DIETA CONSULTARE IL MEDICO DI FIDUCIA