DIETA E ALIMENTAZIONE PER PREVENIRE I CALCOLI RENALI

I calcoli renali possono presentarsi anche a causa di una predisposizione a livello genetico ma è bene seguire una dieta ed un’alimentazione sana e corretta per prevenirne la comparsa.

dieta calcoli renali

Con la giusta dieta bisogna mirare alla riduzione della presenza di sali minerali nelle urine, al favorire la presenza di sostanze citriche nell’organismo e a diminuire la possibilità che i sali minerali si agglomerino formando calcoli.

Per ridurre la formazione dei calcoli renali è bene seguire una dieta che prediliga frutta e verdura, dopo diversi studi, è ormai certo che mangiare in modo sano aiuti a combattere la comparsa dei calcoli ai reni.

Inoltre è molto importante l’apporto di acqua, rigorosamente solo oligominerale, che favorisce idratazione al corpo e aiuta a combattere la formazione di agglomerati di sali minerali.

In questo modo le urine saranno meno scure e le sostanze in esse contenute non si unisco creando i calcoli, per questo motivo si consiglia di bere almeno 2-3 litri di acqua oligominerale al giorno.

L’acqua va assunta in una dieta corretta e in modo corretto: contro la calcolosi renale non basta assumere acqua, ma è necessario suddividerla nel corso della giornata senza rischiare di mandare i reni in uno sforzo di filtraggio eccessivo.

Non vanno assunte bevande come the, cola, succhi concentrati ai frutti rossi che hanno un’elevata quantità di ossalati.


Per contrastare la formazione di sali minerali nelle urine si consiglia di aggiungere alla dieta il succo di limone che è molto utile in presenza di calcoli derivanti da cistina o acido urico, mentre è sconsigliato nei pazienti che hanno una calcolosi di natura calcica.

Un alimento che influisce in modo negativo è la carne, se ne mangiamo in modo eccessivo durante il giorno, le nostre urine saranno più scure al momento che la presenza delle proteine in quantità elevate aiuto il rilascio di calcio e acido urico e diminuiscono i citrati, sostanze che controllano gli sbalzi eccessivi di calcio.

Anche l’assunzione delle verdure deve essere regolata in una dieta di prevenzione dei calcoli renali; ci sono alimenti come spinaci, prezzemolo e barbabietole che se mangiate in modo eccessivo, possono favorire la nascita di calcoli renali di ossalato di calcio.

Il sale aumenta il rischio di formazione di calcoli renali perché fa aumentare in modo esagerato la produzione di calcio nelle urine, diminuisce il pH e favorisce la formazione di calcoli. Secondo alcuni studi non si dovrebbero assumere più di 6-8 grammi di sale al giorno, evitando snack salati.

Una dieta corretta non elimina totalmente gli alimenti che possono aumentare il rischio di calcolosi, bensì suggerisce le dosi giuste giornaliere, infatti, se non mangiati in dosi eccessive, favoriscono l’assorbimento dell’acido ossalico, causa principale della formazione di calcoli ai reni. Si consiglia un consumo giornaliero di massimo 1.200 mg di calcio.

Molto importante nella dieta mangiare alimenti come verdure, frutta e cereali integrali che contengono acido citrico in grado di legare con l’elemento calcio e non favorirne composti assorbibili, inoltre, contribuiscono all’eliminazione dei citrati.

LEGGI ANCHE: CALCOLI AI RENI, SINTOMI, CURA E RIMEDI NATURALI

 PRIMA DI INIZIARE QUALSIASI TIPO DI DIETA CONSULTARE IL MEDICO DI FIDUCIA