Dalla Nigeria una bella notizia, proibita l’infibulazione sulle bambine

L’infibulazione o “circoncisione femminile” è una pratica che consiste nell’eliminazione parziale o totale degli organi genitali femminili, nello specifico, del clitoride, molte culture, specialmente indigene e africane, hanno realizzato questa atrocità fin dall’antichità come parte di tradizioni e credenze.

Grazie all’Organizzazione Mondiale della Sanità, molte nazioni e comunità native l’hanno abolite, riconoscendo i rischi alle quali le bambini vengono sottomesse.

Il 9 giugno del 2015, la Nigeria ha fatto un grande passo avanti nella storia, diventando il 23esimo stato dell’Africa a proibire l’infibulazione sulle bambine, si tratta di una popolazione composta da circa 20 milioni di donne e bambine.

Purtroppo, questa terribile mutilazione avviene ancora in 29 stati tra Africa e Asia, senza dilungarci troppo, vi spiegheremo, per chi non lo sapesse, in cosa consiste questa pratica: le bambine di età compresa tra gli 8 a i 14 anni, vengono preparate della madri per entrare in una vecchia stanza con condizioni igieniche nulle.

Li una donna con coltellini e lame effettua questo terribile procedimento che dura 15 minuti massimo; le bambine vengono prese nell’oscurità e mutilate, vengono eliminati, quasi del tutto o completamente, il clitoride, le piccole e grandi labbra.

Il tutto senza anestesia e precauzioni igieniche, la donna mutila le bambini che possono solo gridare e dimenarsi dal dolore. La stanza si sporca di sangue e si riempie di urla, mentre fuori i familiari ridono perché le loro bambine sono pronte a diventare donne.



Terminato il procedimento si cerca uno sposo disposto ad offrire una buona dote in cambio della “donna”, ovviamente, se la bambina sopravvive ai rischi che la mutilazione implica, alcune muoiono per emorragia o collasso neurologico provocato dal troppo dolore e dal trauma, altre per infezioni.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha denominato questa pratica ufficialmente come mutilazione genitale femminile, perché non vengono prese precauzioni mediche e perché viene pratica da terzi che hanno il solo scopo di privare le donne del piacere sessuale.

Inoltre, questa atroce pratica può avere conseguenze come emorragie, cisti, infezioni, problemi urinari, infertilità e problematiche gravi durante il parto.

Fonte: http://viverepiusani.it/fantastica-notizia-in-nigeria-e-stata-proibita-linfibulazione-alle-bambine/