Costruire una libreria con il fai-da-te? Adesso si può, ecco alcuni consigli utili

Non sai più dove riporre i tuoi libri, riviste o i tuoi cari vinili? Installa una libreria per ottimizzare il volume di archiviazione. Su montanti, addossata a una parete o anche in tramezzi leggeri per delimitare due ambienti, la libreria è l’elemento decorativo che ti farà risparmiare spazio chiudendo altri spazi all’occorrenza senza far perdere luminosità all’ambiente circostante. Per realizzare la tua libreria perfetta basteranno poche cose: un kit da installare nel materiale scelto, gli attrezzi da lavoro per il montaggio e tanta buona volontà oltre che fantasia.

La libreria in legno, opzione standard

La maggior parte delle librerie vendute come kit da montare sono realizzate con pannelli a base di legno. Poiché i libri sono molto pesanti, bisogna scegliere il materiale in base alla sua resistenza al carico e quindi alla flessione. Il compensato stratificato o a doghe soddisfa questo requisito. I ripiani e i montanti sono verniciati o impiallacciati secondo le personali preferenze, così come il bordo a vista dei pannelli che può essere impiallacciato o rivestito con una fascia. Le dimensioni standard limitano il loro utilizzo a spazi non vincolati.

La libreria in muratura, l’opzione su misura

Optare per una libreria in muratura permette di creare la tua libreria su misura, a seconda dello spazio da riempire. Diverse soluzioni sono a disposizione in commercio per la sua struttura: piastrella in gesso, piastrella in cemento cellulare o cartongesso fissata su telaio metallico.

La piastrella in gesso è la più economica. Si adatta a piccoli e grandi spazi ma è pesante da maneggiare e necessita della struttura portante per sostenere il carico aggiuntivo previsto (libreria + libri).

Più facili da lavorare e anche più leggere, le piastrelle in cemento cellulare vengono utilizzate per creare i montanti tra i quali sono posizionati i ripiani, su bitte o cremagliere. Assicurarsi però di utilizzare fissaggi adeguati a questo supporto e al peso degli oggetti da posizionare su questi ripiani.

Infine, la realizzazione in cartongesso su telaio metallico ha il vantaggio di essere leggera e di offrire una totale modularità dei diversi vani della libreria.

Libera la tua creatività per ottenere un modello personalizzato davvero inimitabile. 

Idee per scaffali incorporati: guarda all’interno delle tue pareti per spazio di archiviazione aggiuntivo

In quasi tutte le stanze della tua casa, puoi trovare tonnellate di spazio di archiviazione nascosto tra i due fogli di cartongesso. Semplici armadietti incassati e riposti nelle insenature delle pareti sono ottimi per catturare parte di questo spazio sprecato, e sono alcune delle nostre idee di scaffali integrate preferite.

Costruisci una scatola di base con una cornice frontale

Il progetto di base di una libreria integrata negli scaffali è l’opzione perfetta quando si ha una rientranza in un muro che si vuole utilizzare come scaffalatura. Semplice da costruire utilizzando comuni strumenti di falegnameria e un trapano. Puoi ottenere risultati eccellenti semplicemente inchiodando insieme le parti. Anche se non hai mai costruito un mobile, sarai in grado di completare il progetto di scaffale di base in un fine settimana.

La vetrina è un po’ più impegnativa e richiede alcuni strumenti in più. Avrai bisogno di una sega da tavolo e di una troncatrice per eseguire i tagli precisi richiesti. Se utilizzi cerniere a scomparsa avrai bisogno di una punta da 35 mm per praticare i fori della rientranza della cerniera.

Rispetto delle dimensioni per una migliore accessibilità

Qualunque sia il materiale e il metodo di assemblaggio che scegli, determina le dimensioni della libreria: larghezza, altezza sotto il soffitto e profondità. Conta 16 cm per i libri tascabili, 25 cm per le edizioni attuali, da 35 a 40 cm per libri grandi, fumetti e altri vinili se sei una collezionista.

Installa il ripiano inferiore a più di 10 cm da terra, idealmente a 40 cm, in modo che i libri siano accessibili senza doversi inginocchiare per prenderli. Le scatole inferiori possono quindi contenere cestini per completare la decorazione.

La distanza tra i ripiani verticali è di 20 cm per i tascabili, da 25 a 30 cm per le edizioni standard e di oltre 35 cm per i grandi formati. Se vuoi accedere facilmente a tutti i tuoi libri senza scala, posiziona l’ultimo ripiano ad un’altezza massima di 1,80 m.