Costretta a rimanere seduta per sette ore in aereo sulle proprie urine

Una donna afferma di essere stata costretta a rimanere seduta per sette ore nelle proprie urine durante un volo dopo che l’equipaggio di cabina le aveva impedito di accedere al bagno.

La donna, una 26enne irlandese, stava tornando all’aeroporto di Dublino da Bogotà in Colombia su un volo Air Canada il mese scorso.

Durante la prima tratta del viaggio da Bogota a Toronto, il volo ha portato un ritardo di circa due ore.

La donna ha raccontato a Dublin Live che si è avvicinata più volte al personale chiedendo di usare il bagno ma le è stato rifiutato di potervi accedere.

Ha detto: “Ho chiesto quattro volte in un periodo di due ore se potevo usare il bagno e ho detto a un membro dell’equipaggio di cabina che era un’emergenza e che avrei avuto un incidente se non mi avessero permesso di usare il bagno.

“Mi è stato detto aggressivamente di andare al mio posto e mi è stato negato l’accesso al bagno, alla fine ho avuto questo brutto incidente.”

Ha aggiunto: “In una delle tante occasioni in cui ho chiesto di usare il bagno, mi sono alzata dal sedile mentre l’aereo era ancora fermo e sono andata verso la toilette.

“Mi è stato detto in modo aggressivo, da chi presumo fosse il membro dell’equipaggio, di tornare al mio posto.

“Ho spiegato che avevo chiesto in diverse occasioni di usare il bagno e temevo che avrei avuto un incidente che avevo già aspettato il più a lungo possibile, ma l’aereo non stava decollando o rullando.”

La giovane donna sconvolta afferma di essere stata costretta a sedersi nelle sue stesse urine per sette ore fino a quando l’aereo arrivò per una sosta a Toronto.

Ha detto: “Ero completamente umiliata e visibilmente turbata dall’equipaggio di cabina che mi ha ignorato per il resto del volo.

Il personale ha detto che doveva sedersi di nuovo (Immagine: Getty Images)

“Quando stavo lasciando l’aereo, ho cercato i diversi membri dell’equipaggio a cui avevo chiesto di usare il bagno per rimproverarli ed esprimere loro tutto il mio disappunto, ma, sapendo quanto fossi disgustata dal modo in cui mi trattavano, probabilmente si erano nascosti come dei codardi sul retro dell’aereo.”

La donna dice che ha dovuto pagare per un hotel nella città canadese per poter fare la doccia e cambiarsi.

Al suo ritorno a casa, si è lamentata con la compagnia aerea e ha affermato che il personale ammesso avrebbe dovuto permetterle di usare il bagno.

Secondo quanto riferito, Air Canada le ha offerto un voucher per voli con la compagnia aerea del valore di $ 500CAD – circa £ 300.

Ma la donna inorridita ha lanciato le scuse, dicendo che non è andato abbastanza lontano.

Ha detto: “Non credo sia abbastanza buono che l’equipaggio di cabina sia riuscito a cavarsela, né è abbastanza buono che mi è stato compensato con un buono che posso usare solo su Air Canada e non sui loro partner, quindi non lo userò mai. “