DonnaWeb - Il mondo delle donne a portata di click

Novembre 6, 2020

Redazione DonnaWeb

Cosmetici naturali: curarsi in modo sostenibile

Oggi, sempre un maggior numero di aziende viene incontro a richieste green e sostenibili per soddisfare un mercato che è alla continua ricerca di cosmetici naturali e biologici.

Ma perché scegliere cosmetici naturali per la nostra pelle ed il benessere del nostro corpo? Quali sono i veri motivi per cui dovremmo preferirli ai cosmetici tradizionali?

Verso un mondo sempre più green e bio

Pubblicità

Vi siete mai chiesti cosa sta orientando le nostre scelte d’acquisto nella direzione di un mondo più sostenibile?

Una crescente comunicazione e la creazione, pian piano, di una coscienza collettiva sempre più attenta al mondo circostante e alla sua preservazione. Utilizzare prodotti naturali ed ecologici vuol dire compiere una scelta consapevole, diventare consumatori attenti, che acquistano con criterio.Significa aver rifiutato ciò che giustifica l’utilizzo di sostanze dannose per l’ambiente, ma anche logiche che prevedono test su animali.

In virtù di una crescita esponenziale del mercato, sono molte le aziende che offrono prodotti sostenibili, come i cosmetici naturali Bsoul certificati AIAB, vegan ok e nickel tested.

I vantaggi derivanti da una scelta consapevole di cosmetici naturali

Il vantaggio principale sta nel compimento di un acquisto nel rispetto dell’ambiente e di sé stessi.

Utilizzare cosmetici naturali è una scelta etica, oltre che di salute. Gli ingredienti utilizzati non immettono nell’ambiente sostanze tossiche e spesso anche il packaging è green (i contenitori sono interamente riciclabili). Sono perfetti anche per i soggetti allergici e con pelli sensibili.

Le principali differenze tra cosmetici tradizionali e naturali si evidenziano nelle varie fasi: i prodotti naturali per la fase grassa prevedono l’utilizzo di olii di origine vegetale mentre quelli classici impiegano nella maggior parte dei casi olii minerali derivanti dal petrolio o siliconi. Gli emulsionanti nei cosmetici del primo tipo sono sempre di origine naturale, mentre in quelli classici spesso sono di origine sintetica. I conservanti dei cosmetici naturali devono essere autorizzati e certificati come biologici.

Se in passato questi prodotti naturali spesso avevano dei costi più elevati rispetto ai cosmetici tradizionali, adesso si trovano delle soluzioni a buon mercato e, sostanzialmente, non ci sono grosse differenze di prezzo.

Come riconoscere i prodotti naturali e bio

Innanzitutto, bisognerebbe precisare che “naturale” non per forza coincide con bio: esistono, infatti, ingredienti naturali ma non bio (l’esempio più comune è quello della cera d’api).

Per essere considerati cosmetici naturali e bio, gli ingredienti dei prodotti devono essere componenti di origine naturale almeno per il 95% e devono provenire da agricoltura biologica. In Italia esistono varie certificazioni che garantiscono la qualità, come AIAB (associazione italiana agricoltura biologica) ed EcoCert. Le certificazioni forniscono la garanzia che quei prodotti certificati non siano testati su animali, non contengono ingredienti geneticamente modificati, sostanze chimiche sintetiche o conservanti, come i parabeni.

Bisogna fare molta attenzione, poiché solo l’apposizione di certificazione è una vera garanzia della qualità del prodotto.

Paradossalmente, qualsiasi azienda potrebbe dichiarare che i propri prodotti siano naturali, ma poi seguire dei processi che non rispettano certi standard.

Quindi, la certificazione serve a garantire non solo che i prodotti siano composti da ingredienti naturali, ma anche che i processi seguano principi etici: processi sostenibili senza utilizzo di pesticidi, fertilizzanti e zero test su animali.

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram