Cosa fare quando un amore finisce?

Credevate che la vostra relazione fosse quella giusta, che finalmente avevate trovata la persona con cui condividere la vita e poi all’improvviso tutto è finito. Cosa fare? Come reagire di fronte ad un’amore finito?

Rispondere realmente a questa domanda è quasi del tutto impossibile, ognuno reagisce in un certo modo ed ognuno metabolizza il “lutto” nei suoi tempi.

In realtà quello di cui dovremmo parlare è : cosa non fare quando un amore finisce?

La perdita di una persona lascia sempre un grande vuoto dentro di sé, vuoto di cui risente anche l’organismo che per assurdo reagisce nel modo opposto.


A quante di voi si è chiuso lo stomaco dopo una perdita? Un senso di pesantezza all’addome che a non toccare cibo per giorni e giorni. Per quanto possa essere difficile bisogna sforzarsi di mangiare, in questo modo il nostro organismo sarà capace di sostenere di più il tormento emotivo.

Non colpevolizzatevi mai, quando una storia finisce gli errori stanno da entrambe le parti, non è solo colpa vostra.

Non perdetevi nella spirale dei “se” e dei “ma”, ormai ogni cosa è passata e torturarsi con le ipotesi e i rimpianti non serve se non a logorarsi ulteriormente.

Non umiliatevi supplicando l’altra persona di prendervi di nuovo con voi: davvero vi volete accontentare della sua compassione?

Non chiudetevi in voi stesse, parlate con gli amici, sfogatevi e piangete, tirate tutto fuori, ci vorrà tempo e per giorni o mesi vi sentirete di morire, poi però inizierà la rinascita e ne uscirete più forti di prima.