Cosa fare e cosa non fare se si viene punti dalle meduse

Si ha sempre paura di loro quando si fa il bagno in mare, nelle nostre acque sono purtroppo presenti in abbondanza, parliamo delle meduse, importantissimo sapere cosa fare in caso di punture.

In caso di contatto è importante stare tranquilli, è buono uscire dall’acqua se ci si trova vicino la riva, se ci si trova invece al largo meglio chiamare qualcuno per farsi aiutare.

Per prima cosa è utile controllare la parte colpita per controllare che non vi siano parti di medusa rimaste attaccate e in caso eliminarle con le mani delicatamente.

Se non abbiamo a disposizione medicamenti facciamo scorrere un pò di acqua di mare sulla parte interessata.

La medicazione giusta consiste nell’applicazione di gel astringente al cloruro d’alluminio che la farmacia saprà consigliarvi. Il gel ha un’azione immediata anti prurito ed è utilissimo anche in caso di puntura di zanzara.



Se manca questa pomata usate una crema al cortisone anche se l’effetto è più ritardato.

Non usate medicazioni come aceto, alcool, ammoniaca o succo di limone perchè potrebbero peggiorare la situazione.

Se dopo il contatto la reazione cutanea si diffonde e compaiono altri problemi come pallore, sudorazione, disorientamento e difficoltà respiratorie è indispensabile chiamare subito il 118 e spiegare di cosa si tratta.

Solitamente l’area colpita dalle meduse rimane sensibile alla luce solare e si scurisce presto, per evitare macchie della pelle è bene evitare pomate antistaminiche ed è consigliabile tenere coperta e ben protetta da uno schermo solare l’area colpita fino a quando la reazione infiammatoria non scompare, in genera non dura più di due settimane.

Fonte: leggo.it