Contraccettivo sicuro al 99,9% dei casi? L’impianto ormonale

contraccettivo-sottocutaneo

Quando una coppia è in intimità il primo problema che si pone è la possibilità di avere gravidanze indesiderate oltre alla profilassi contro le malattie veneree e il dubbio sull’efficacia dei contraccettivi che a quanto pare sono usati sempre meno.

Negli anni ci sono state varie evoluzioni nel mondo dei contraccettivi tra cui l’impianto ormonale sottocutaneo che fa parti di quelli efficaci quasi al 100%, riuscendo a garantire la sicurezza data dall’uso della pillola e dalla possibilità di dimenticarsela.

Ma come funziona?

E’ una barretta molto sottile di 4 cm e larga 2mm che viene posta nella parte interna del braccio della donna; il tempo di attivazione dell’impianto è di circa 24 ore a partire dal suo inserimento e dura 3 anni, tempo in cui il corpo viene sottoposto incessantemente al rilascio continuo di un ormone contraccettivo, l’etonogestrel, che ha il compito di fermare l’ovulazione. La sua efficacia è del 99,9%, accertato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità.


Quali sono i pro?

  • Efficacia al 99,9%
  • Dura 3 anni
  • Si attiva dopo 24 ore dall’impianto
  • Una volta esportato, la fertilità si ripristina rapidamente, i valori ormonali tornano nella norma in 7 giorni
  • Nel 99,7% dei casi è stato accertato che non ci sono complicazioni.

Quali sono i contro?

  •  Il procedimento dell’impianto e del ritiro non si possono effettuare da un medico generico ma c’è bisogna di specialisti
  • Ci sono effetti collaterali rari come aumento di pese, acne, cefalea, aumento di peso, alterazione del ciclo
  •  Possibili formazioni di tumori estrogeno-dipendenti, emorragie genitali, trombo embolie venose, infezioni epatiche anche gravi,ipersensibilità al principio attivo o ai componenti.

Si consiglia a:

  • Chi soffre di tabagismo acuto e controindicazioni alla pillola per problemi ai polmoni
  • Controindicazioni alla spirale
  • Condizioni personali o allergie che non permettono l’uso dei soliti contraccettivi.