Consigli utilissimi per il primo bagnetto del neonato

bagnetto neonato

Tornate a casa dall’ospedale, le neo mamme si ritrovano assalite da tanti dubbi sul come pulire il bambino, cambiargli il pannolino, allattarlo e gestire il sonno.

Una delle perplessità più frequenti è quella del bagnetto: Come si prepara? Che prodotti usare? Come tenere il bambino? Qual’è la temperatura giusta dell’acqua? Niente panico, leggete le nostre dritte.

Ogni bebè ha le sue abitudini, la cosa importante è capire quali sono quelle del proprio; ad alcuni piace il bagnetto serale che aiuta a rilassarsi e a dormire con tranquillità; ad altri il bagnetto serale può provocare irritabilità e nervosismo.

Fate vari tentativi per capire quale sia l’orario preferito dal bebè per il suo bagnetto quotidiano.

Cosa serve? Asciugamani puliti e avvolgenti, spugna naturale, sapone, termometro per l’acqua, garze e rete per fasciare la cicatrice del moncone, crema all’ossido di zinco, pannolini e vestitini. E’ molto importante tenere tutto a portata di mano.


Vasca o vaschetta? Il bebè si può anche lavare nel lavandino, a patto che sia ben lavato e sterilizzato, in seguito passare nella vaschetta. E’ importante che la vaschetta sia collocata in modo da essere stabile.

Le temperature adatte

Il bagnetto va fatto in acqua calda, ad una temperatura di almeno 22 gradi, poi è bene svestire e rivestire il bebè nella stanza stessa senza esporlo a sbalzi termici.

L’acqua del bagnetto deve avere la temperatura di 37 gradi, un termometro aiuterà a misurare la temperatura, in alternativa, dopo varia esperienza, basterà immergere un gomito in acqua.

 Detergenti

I neonati hanno una pelle molto delicata e sottile che si arrossa facilmente ed è soggetta a dermatiti facili, per questo motivo è importante non usare detergenti schiumosi, meglio se oleosi e naturali.