Condivide su Facebook la foto del figlio appena nato, i commenti: “Sei una cattiva madre”

Con l’istantaneità che esiste oggi, tutti i genitori sono ansiosi di far conoscere ai propri amici i propri figli attraverso i social network. Constance Hall ha deciso di pubblicare una foto di lei e del suo piccolo poche ore dopo la nascita.

Ma invece di ricevere congratulazioni, ha ricevuto molte critiche che l’hanno persino portata a spiegare.

La madre di cinque figli ha voluto presentare il suo bambino di nome Raja Wolf e ha condiviso la seguente immagine:

Facebook @Constance Hall

Vedete qualche problema? … No? Nemmeno io.

Tuttavia, molti dei suoi seguaci le hanno detto che era una “cattiva madre” e che avrebbe dato “un cattivo insegnamento” essere al telefono e bere una bibita invece di tenere in braccio il suo bambino appena nato.

Ovviamente dopo aver letto questo tipo di critiche, Costanza ha voluto rispondere a tutti e ha caricato un’altra immagine, ma questa volta in vacanza. «Ieri ho pubblicato una mia foto al telefono il giorno in cui è nato mio figlio» iniziò la madre, cercando di rivolgersi a coloro che l’avevano criticata.

Facebook @Constance Hall

Quindi ha sintetizzato la sua idea dicendo che non era affare di nessuno quello che una madre fa sul telefono il giorno in cui partorisce … a meno che:

Un bambino è abusato sessualmente, mentalmente, fisicamente o è negligente, affamato e non pensa a soddisfare le sue esigenze mediche. Lì devi intervenire con tutti i mezzi. E quando dico di intervenire, devi chiamare il dipartimento dei servizi di protezione dell’infanzia, non commentare su Facebook «.

Facebook @Constance Hall

Ha anche detto che «se non sono i TUOI bambini, non sono il tuo problema. Come li cresci, cosa fai con il tuo telefono, che tipo di madre sei, che conta quando sono i tuoi figli. Ma tutti gli altri aspetti dell’essere madre non sono il tuo dannato problema” , ha scritto.

Facebook @Constance Hall

E ha ragione … sembra che dopo la sua pubblicazione abbia fatto tacere diversi utenti che si divertivano a criticare la sua maternità.