DonnaWeb - Il mondo delle donne a portata di click

Luglio 23, 2021

Redazione DonnaWeb

Come scegliere la piastra per capelli: consigli e suggerimenti

La scelta del look mostra molto della nostra personalità: per questo motivo viene prestata molta attenzione ai capelli. Non è detto che ci si debba rassegnare allo stile che la natura ha predisposto per noi: con una buona piastra per capelli è possibile creare acconciature perfette ed adatte ad ogni tipo di occasione.

Sul mercato è possibile trovare un'infinità di modelli, ognuno dei quali ha le sue precise caratteristiche: come si fa ad individuare quello più adatto alle nostre esigenze? Per evitare acquisti sbagliati e scegliere la giusta piastra per capelli è necessario tenere conto di diversi fattori e fare un confronto tra le varie opzioni disponibili.

Dove trovare le migliori piastre per capelli

Pubblicità

Guardando tra gli scaffali dei negozi o navigando tra i siti di e-commerce più famosi ci si può rendere conto di quanto sia vasta l'offerta. Per orientarsi in questo mare di opzioni è utile affidarsi ad una guida dettagliata, come quella di piastrepercapelli.com, portale specializzato che aiuta a confrontare le caratteristiche e le funzionalità dei migliori modelli presenti sul mercato.

Tra le sue pagine è possibile trovare approfondimenti sulle varie tipologie di piastre, da quelle professionali a quella triferro o a vapore. Inoltre ci sono le guide, che aiutano a scegliere la piastra in base alle caratteristiche ricercate e ad utilizzarla al meglio, e le classifiche, che permettono di sapere quali sono i migliori modelli disponibili attualmente sul mercato.

Fattori da considerare nella scelta della piastra

Spesso chi deve comprare un nuovo prodotto si fa attirare da due cose: il packaging ed il prezzo. In realtà non sono questi i parametri principali da valutare quando si devono prendere scelte di questo tipo. Certo, il prezzo è importante, perché si deve rispettare il budget che si ha a disposizione, ma va valutato solo dopo aver individuato i modelli più adatti alle nostre esigenze.

È bello avere la possibilità di plasmare a piacimento la propria chioma, ma bisogna ricordarsi sempre che i capelli sono molto sensibili. I prodotti e gli strumenti che si utilizzano su di loro devono quindi essere di qualità, nel senso che devono offrire ottime performance, ma senza creare troppi stress o danni ai capelli.

Come funzionano le piastre per capelli?

Il funzionamento delle piastre per capelli solitamente si basa sulla trasformazione di corrente elettrica in calore. Tramite le lamelle questo calore viene trasmesso alle ciocche di capelli, che in questo modo vengono lisciate. Un po' come accade quando si utilizza il ferro da stiro. E proprio come quando si stira, se si ha a che fare con tessuti delicati bisogna fare particolare attenzione.

Le migliori piastre per capelli danno la possibilità di regolare la temperatura, in modo da adattarla al tipo di chioma. Di solito chi ha i capelli robusti o ribelli deve impostare temperature più alte, mentre chi ha capelli deboli o sfibrati deve selezionare temperature più basse, per evitare di danneggiarli o indebolirli ulteriormente.

Materiali e tecnologie

È importantissimo anche considerare la tecnologia con cui avviene il passaggio del calore dalle lamelle della piastra al capello ed i materiali utilizzati. Nei vecchi modelli, la parte che entrava in contatto con le ciocche era di metallo: il rischio (neanche tanto remoto) era quello di bruciare i capelli. Per fortuna nel tempo sono stati trovati materiali più efficaci e sicuri.

L'introduzione della ceramica è stato il primo passaggio importante: le piastre che impiegano questo materiale garantiscono una distribuzione uniforme del calore, evitando la sua concentrazione in un unico punto. Il costo è relativamente contenuto, la piastra è facile da usare e scorre bene sui capelli ed hanno un'ottima resistenza nel tempo.

Il teflon è un materiale molto leggero ed economico, ma non è di certo la soluzione pi giusta per le piastre, se non per utilizzi occasionali e senza grosse pretese: non proteggono adeguatamente il capello e sono abbastanza fragili. Il titanio, invece, garantisce la massima resistenza, sia agli urti che alle elevate temperature.

Queste caratteristiche lo rendono la soluzione ideale per chi ha dei capelli robusti e particolarmente difficili da lisciare. Le piastre con titanio sono leggere e resistenti, ma il prezzo sale. Costi più elevati li hanno anche le piastre che sfruttano la tormalina, materiale innovativo che permette di lisciare i capelli anche con temperature relativamente basse, quindi senza pericoli per la chioma.

Peso, dimensioni, design e prezzo

Il peso e le dimensioni della piastra possono avere la loro importanza. I modelli più piccoli consentono di lavorare sui dettagli, mentre quelle grandi permettono di acconciare rapidamente ampie zone della chioma. Ovviamente quelle piccole sono anche più leggere e più comode da trasportare, ma solitamente offrono meno funzionalità rispetto ai modelli di dimensioni un po' più generose.

Pure il design può avere una certa rilevanza nella scelta della piastra per capelli, ma è sicuramente più importante tenere conto del rapporto tra qualità e prezzo. I costi variano in base ai materiali ed alle prestazioni offerte. Solitamente i vari modelli vengono suddivisi in articoli di fascia bassa, con prezzi compresi tra i 20 ed i 60 euro, di fascia media (60-150 euro) e di fascia alta (dai 150/200 euro in su).

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram