Come pulire i tappeti in 7 mosse

Avere nella stanza un tappeto è come dare personalità e calore alla stanza, si tratta di un vero e proprio accessorio di arredamento ma molto più semplice da applicare.

Però il tappeto attira polvere in continuazione, trattiene l’umidità dal pavimento e si macchia facilmente, insomma è davvero difficile tenerlo in buono stato.

Portarlo nei centri specializzati per la pulitura a secco è molto costoso, quindi abbiamo deciso di spiegarvi come prendervi cura dei vostri tappeti in casa.

Contro la polvere

La polvere è il nemico numero uno dei tappeti, passare l’aspirapolvere con la spazzola per tappeti almeno due volte a settimana è la soluzione giusta, oppure in alternativa, si può usare una scopa di saggina. Inoltre, in farmacia sono disponibili degli spray anti-acaro per tessuti che vanno spruzzati dopo la detersione dei tappeti.

Fate attenzione alla trama

 Pulizie troppo energiche possono rovinare il tappetto, la trama in particolare può alterarsi e rendere i bordi del tappeto irregolari, per questo motivo, dopo aver passato l’aspirapolvere, potete prendere il tappeto e metterlo fuori all’aria aperta evitando di appenderlo in verticale e fissandolo con delle mollette. Non scuotetelo lasciandolo penzoloni da una parte ma utilizzate il battipanni sia al dritto che al rovescio.

Ravvivate i colori

Ottenere colori vivaci e brillanti su un tappeto è come dargli una seconda vita, quando lo mettete al sole evitate di farlo stare per troppo tempo sotto la luce diretta dei raggi che potrebbero sbiadirlo.


Ecco alcuni trucchi fai da te: cospargete il tappeto con del bicarbonato, fatelo riposare per qualche ora e poi passate l’aspirapolvere al massimo per eliminare le tracce di bicarbonato. In alternativa grattugiate due patate in un litro di acqua calda e lasciate in infusione per 2 ore, filtrate e imbevete uno stracco da strofinare sul tappeto.

Addio macchie

 Spazzolate via buona parte della macchia, sopratutto se incrostata, potete provare a rimuoverla anche con dell’acqua frizzante, mettendo dietro al tappeto della carta assorbente.

Due cucchiai di alcol diluiti in un litro d’acqua possono essere la soluzione migliore per combattere macchie resistenti come cioccolato e erba.

Il tappeto persiano

Questo tappeto è molto prezioso e delicato da trattare, se volete togliere la macchia spazzolate sempre nel verso del pelo, mentre per una pulizia più profonda, oltre ai prodotti schiumogeni o detergenti, potete utilizzare una soluzione in cui avrete diluito 1 cucchiaio di ammoniaca ogni 3 litri di acqua.

Bagnate e strizzate un panno che passerete su tutta la superficie, poi asciugate all’aria e non alla luce diretta del sole, fatelo asciugare per bene.

E gli altri tappeti?

Per quelli di gomma potete fare un composto con acqua e un prodotto sgrassante oppure acqua e candeggina.

Se il tappeto è di lana passateci una spazzola per eliminare tutti pelucchi; i tappeti di juta possono essere spazzolati con energia e poi detergere con acqua tiepida o fredda o detergenti delicati.