Come proteggere corpo e capelli con l’olio di karitè

Il karitè è da secoli un prezioso alleato per la bellezza, viene estratto dai semi dell’albero che cresce in Africa ed è chiamato anche “albero della salute e della giovinezza”.

Il karitè viene utilizzato per combattere gli inestetismi dell’epidermide e per migliorare la salute dei capelli grazie al burro e l’olio che contengono proprietà nutrienti, protettive ed emollienti.

L’olio di karitè non tossico e può essere usato senza alcun problema sulla pelle, soprattutto su zone arrossate o irritate a causa del pannolino, inoltre, aiuta il ripristino del normale livello di idratazione della pelle.

Per il bambino, dopo il bagnetto, un massaggio con olio di karitè aiuta a prevenire arrossamenti e irritazioni; si assorbe con rapidità e facilità, ovviamente non ne va usato molto.


Si può applicare anche sul viso, tralasciando la zona occhi e bocca; il bambino verrà protetto anche dagli attacchi degli agenti esterni.

Durante la gravidanza, l’olio di karitè può essere utile per prevenire le smagliature, basta spalmarlo sulla zona dei glutei, ventre, fianchi e seno e massaggiare per bene, in modo da mantenere l’elasticità delle pelle.

Ottimo anche per combatture le rughe, si può usare su pelle, mani, viso con massaggi leggeri oppure potete aggiungere qualche goccia di olio alla vostra crema da giorno o da notte. Aiuta anche contro agenti esterni come freddo e vento.

L’olio di karitè è uno dei rimedi naturali migliore per riavere capelli da fata, basta usarlo come una normlissima maschera: coprire i capelli con una cuffietta, lasciare agire per circa due ore e poi fare un normale lavaggio.