Come prendersi cura di un bambino appena nato

Quando un bambino viene al mondo ha bisogno di amore, attenzioni e di tutte quelle necessità primarie che gli garantiscono benessere psicofisico.

 La mamma deve dedicare il suo tempo alla cura del neonato, lo deve ascoltare quando chiama e deve essere pronta a fare tutto ciò di cui ha bisogno per stare bene, si tratta di un dovere che deve coinvolgere tutta la famiglia.

Se siete delle neomamme e avete ancora tanti dubbi sui comportamenti adatti da tenere col bambino, soprattutto durante i suoi primi giorni di vita, provate a seguire i nostri consigli.

Il primo bagnetto

Il primo bagnetto del vostro bambino è molto importante, dovete utilizzare un sapone specifico per neonati, dell’acqua tiepida e una vaschetta.

Dovrete aspettare almeno una settimana dalla nascita prima di fargli il bagnetto, in questo lasso di tempo potrete pulirlo usando degli asciugamani o dei batuffoli di cotone inumiditi.

Non è consigliabile fare il bagno al bambino appena nato perché nei primi giorni di vita è ancora protetto da una sostanza biancastra denominata vernice caseosa, che lo aiuta a mantenere costante la temperatura corporea e protegge la pelle.


Dopo circa una settimana, la pelle del neonato avrà assorbito abbastanza vernice caseosa e sarà quindi pronta per fare il suo primo bagnetto.

La routine del bagnetto è importante

Per evitare che il momento del bagnetto diventi un trauma per il bambino, che potrebbe spaventarsi e non sentirsi a suo agio, è necessario instaurare una sorta di routine e seguire il procedimento corretto per il bagnetto, in questo modo il piccolo capirà che si tratta di un qualcosa di piacevole e sarà sempre più rilassato nei bagnetti successivi.

Un bambino appena nato ha bisogno di un solo bagnetto al giorno; sono tante le mamme che hanno paura del momento del bagno per via del pensiero che il piccolo possa scivolare, per questo motivo il consiglio migliore che possiamo darvi è quello di farvi aiutare da qualcuno, in questo modo sarete più sicure, almeno finché non vi abituerete e riuscirete a farlo da sole.

L’alimentazione del neonato

L’alimentazione del bambino appena nato deve basarsi solo su latte materno, la mamma lo deve allattare più volte al giorno; ovviamente ci sono alcune eccezioni: se avete problemi con il seno, se non avete abbastanza latte, se il piccolo rifiuta il capezzolo o se si verifica qualsiasi altro problema che impedisce la corretta nutrizione, si deve ricorrere a delle alternative.

Ma se il vostro bambino è in buona salute e non si presentano problematiche che gli impediscono di nutrirsi al seno, allora dovrete cercare di alimentarlo sempre con il vostro latte.

Il latte materno ha molti anticorpi che servono al neonato per sviluppare le difese immunitarie necessarie per proteggerlo dagli agenti patogeni, è ricco di sostanze nutritive essenziali quali carboidrati, grassi, proteine, minerali, ormoni, enzimi digestivi e vitamine.

Il latte materno è composto soprattutto da acqua, per questo motivo il piccolo non necessiterà di bere finché lo allatterete; le sostanze nutritive che si trovano all’interno del latte assicurano che il piccolo cresca forte e sano.