DonnaWeb - Il mondo delle donne a portata di click

Aprile 18, 2020

Redazione DonnaWeb

Ciclista trova un cane morente che protegge un sacchetto di plastica, quando scopre il suo interno, gli si gela il sangue

Quando il 58enne Paul Skinner stava passeggiando in bici con un suo amico, vide qualcosa con la coda dell'occhio che lo fece frenare quasi bruscamente.

Indice:

Qualcosa si muoveva vicino ad una fossa.

Mentre si avvicinava, scoprì un cocker spaniel esausto e quasi senza vita che era stato chiaramente abbandonato.

Pubblicità

Il cane aveva anche un sacchetto di plastica - e quando Paul si rese conto di cosa c'era dentro, rimase visibilmente scioccato. 

“All'epoca ero in bicicletta con il mio amico. Abbiamo visto all'ultimo secondo qualcosa che sembrava un animale morto, ma quando ci siamo avvicinati iniziò a muoversi”, ha detto Paul al giornale britannico Metro . 

"Il cane era da solo, seduto, piangeva mentre accarezzava l'interno del sacchetto", aggiunge Paul. 

La straziante scoperta

© Metro

Paul si avvicino per capire il contenuto del sacchetto, gli si gelò il sangue.

All'interno c'erano quattro cuccioli morti. È stato straziante. Avevo le lacrime agli occhi. Non potevo credere che qualcuno potesse essere così privo di umanità da fare una cosa del genere ", dice.

Paul contattò immediatamente un gruppo di soccorso per animali e un rifugio per animali locale.

I volontari venuti in soccorso arrivarono presto e cercarono di salvare i cuccioli, ma era troppo tardi.

Un veterinario ha esaminato i cuccioli e ha valutato che probabilmente erano nati lo stesso giorno del ritrovamento.

Secondo le analisi, i cuccioli erano vivi quando sono stati messi nel sacchetto e gettati per strada insieme alla madre.

"Non sappiamo se i cuccioli sono sono morti a causa del freddo", ha detto la polizia. "Vorremmo ringraziare il ciclista che ha trovato il cane e ci ha segnalato il caso d il gruppo di veterinari che hanno fatto il possibile per salvarli."

È stato trovato un microchip sulla madre che però riconduceva all'allevatore e non al crudele proprietario.

La madre che ha perso i cuccioli è stata curata dal rifugio e si chiama Carly.

Carly ha dimostrato di avere un cuore più grande del suo irresponsabile proprietario. Ha rifiutato di abbandonare i suoi figli, anche quando non erano più vivi.

La sua forte reazione e il suo istinto materno mostrano davvero che gli animali hanno la capacità di sentirsi proprio come noi umani. 

Spero che Carly abbia una vita lunga e felice, e forse nuovi cuccioli in futuro! Condividi se sei d'accordo!

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram