Chi ha un brutto carattere è anche più intelligente

Secondo uno studio condotto dall’università americana di Harvard, le persone che hanno un carattere difficile e intrattabile sono quelle più intelligenti e sveglie, dotate di un cervello più evoluto.

Per qualificarsi come una persona con un brutto carattere, bisogna avere almeno 2 delle 3 qualità che vi andiamo ad elencare:05_Flatbed_2 - SEPTEMBER   Original Filename: KS3.jpg

  • Intolleranza verso tutti o quasi, a volte anche verso se stessi e la tendenza a tenersi per sé questo fastidioso giramento di scatole.
  • Irascibilità o incazzosità facile. Ci si incazza perchè tutti quelli che ci circondano sono dei perfetti idioti.
  • Cattivo umore costante e difficoltà nel sorride con la frase tipica ” oggi lasciami perdere che sono di cattivo umore”.


Anche voi avete queste caratteristiche? Allora avete proprio un brutto caratteraccio. Seconda Harvard le persone aggressive, irritabili, irascibili, iraconde, scontrose, sempre di cattivo umore brontolone, bisbetiche, sempre contrariate e scontente, lamentose e suscettibili e musone sono quelli più intelligenti e più portate alla leadership, in quanto più dotate in natura, grazie alle qualità citate in precedenza.

LEGGI ANCHE: IL METEO INFLUISCE SULL’UMORE? SCOPRI COME E PERCHE’

Invece, essere buoni, gentili, disponibili, positivi, di buon umore, tolleranti, sorridenti è simbolo di atteggiamento infantile e remissivo, sintomo di un carattere meno sviluppato, più semplice, lineare, ingenuo e meno evoluto.

L’esperimento è stato fatto su un gruppo di scimpanzè e scimmie bonodo, le più  vicine e simili all’uomo, per aspetto e comportamento. Ma sarà vero? Voi cosa  ne pensante?