Celiachia: i sintomi nei bambini, negli adulti e alimenti da evitare

Scopriamo quali sono i sintomi negli adulti e nei bambini causati dalla celiachia e quali alimenti è meglio evitare. Leggete.

health

La celiachia è una malattia cronica dell’intestino tenue che si caratterizza per una intolleranza verso una proteina presente in molti cereali, stiamo parlando del glutine.

Nelle persone che sono affette da questa patologie, il glutine ha un effetto molto tossico sull’intestino e in particolare sulle cellule delle sue pareti che, a causa ingestione di glutine, vengono alterate a livello sia funzionale che strutturale.

Cosa porta a questo? Ad un assorbimento del tutto insufficiente degli alimenti e ad un’altrettanto insufficiente stato nutrizionale; come abbiamo detto in un articolo precedente, i sintomi possono essere di varia natura e nelle persone adulte, a volte anche assenti.

Per questi motivi nel nostro Paese ci sono circa 80.000 persone con questa patologia e ben 500.000 ancora in attesa di una diagnosi.

I sintomi della celiachia nei bambini

I sintomi di questa patologia si manifestano spesso non appena vengono introdotti nella dieta alimenti che contengono glutine e sono rappresentati in primis da diarrea frequente associata a vomito e dolori intestinali. Inoltre, si possono manifestare: perdita di peso, aspetto pallido e gonfiore a livello addominale.

celiachia-sintomi_700x525


I sintomi della celiachia negli adulti

Negli adolescenti e negli adulti i sintomi tendono ad essere molto “sfumati”, spesso di manifestano con diarrea e con il coinvolgimento di diversi organi.

I sintomi:

  • anemia dovuta alla mancanza di ferro
  • comparsa di ulcere nella bocca
  • anomalia della smalto dei denti
  • malattie della pelle
  • dermatiti
  • fragilità delle unghie
  • perdita di capelli
  • crisi epilettiche
  • bassa statura
  • carenza cronica di vitamina D
  • emicranie

Gli alimenti da evitare contenenti glutine

  • Grano, orzo, segale, avena, farro, kamut, spelta, monococco, farine, amidi, pastasciutta, gnocchi di patata, pane, focaccie, pizza, grissini, cracker, salatini, germe di grano, couscous.
  • Carne e pesce impanati, tutto ciò che prevede l’utilizzo del pane grattato (hamburger e polpette), surimi.
  • Yogurt al malto, ai cereali e ai biscotti, latte ai cereali, formaggi impanati con farine vietate.
  • Minestroni o zuppe di verdure conteneti cereali, verdure impanate o in pastella. Frutta disidratata infarinata.
  • Besciamella, lievito naturale o lievito madre, seitan.
  • Caffè solubile o surrogati contenenti orzo, bevande all’avena, tutte le bevande che contengono malto, orzo e segale. Birra d’orzo e di frumento.

Gli studi hanno dimostrato che la celiachia appare più frequentemente nei soggetti già affetti da altre patologie come il diabete giovanile, le malattie della tiroide, malattie infiammatorie dell’intestino, la fibrosi cistica.