DonnaWeb - Il mondo delle donne a portata di click

Gennaio 7, 2022

Alessandro Giordano

Caro in bolletta, le regioni più colpite: alcuni consigli per contenere i costi

Il 2022 con tutta probabilità passerà alla storia per via dei tantissimi rincari che colpiranno le famiglie italiane. Si fa riferimento all’inflazione, che aumenterà il costo delle materie prime e degli alimenti, e ovviamente al prezzo delle risorse energetiche come la luce e il gas. Dopo gli aumenti dell’ultimo trimestre del 2021, anche quest’anno si è aperto con una cattiva notizia: il gas e la luce hanno subito ulteriori rincari, da record, che conviene approfondire.

Bollette 2022: le novità e i rincari su luce e gas

La Russia ha limitato l’esportazione di gas, a causa della situazione politico-economica attuale e per via dei riflessi della crisi sanitaria. Il risultato, purtroppo, è stato il seguente: il costo del gas è andato aumentando, raggiungendo cifre da record in questo 2022. Ovviamente anche le bollette degli italiani subiranno il contraccolpo, con un aumento del 41,8%, mentre l’elettricità registrerà un incremento del 55%. In altre parole, questo “scherzo” costerà agli italiani circa 36 miliardi di euro complessivi, e si tratta – come detto – di cifre da record.

Pubblicità

Naturalmente, a livello nazionale, la situazione potrebbe cambiare in base alle regioni colpite, dato che non tutte subiranno il medesimo salasso, soprattutto per una questione di clima e di temperature. È chiaro che il Nord soffrirà più di tutti, specialmente se si considerano regioni molto fredde come la Lombardia, l’Emilia-Romagna e il Veneto. Le regioni del Centro e del Meridione subiranno un impatto meno violento in bolletta, anche se va detto che questo inverno sarà uno dei più rigidi in Italia.

Consigli utili per contenere i consumi in casa

Prima di tutto è ora di prendere coscienza di un fatto: benché siano indispensabili, gli elettrodomestici consumano molta energia e devono essere utilizzati correttamente. Le lavastoviglie e le lavatrici, ad esempio, devono essere utilizzate con un programma ECO, e a pieno carico, per ridurre i consumi di energia elettrica e di acqua. Certo, è sempre meglio partire da un’azione a monte, agendo in primis sulla scelta del fornitore, per trovarne uno che vada in contro alle proprie esigenze. Tra le varie soluzioni si può valutare un cambio di fornitore per le utenze e preferire operatori come ENGIE luce e gas, che utilizzano energia green al 100%, quindi un’opzione per andare anche incontro all’ambiente.

Un altro consiglio utile riguarda lo stand by, che consuma energia e che deve essere dunque evitato. Chi acquista un nuovo elettrodomestico dovrebbe poi valutare la classe energetica dell’apparecchio, optando per le etichette A+++, che consumano meno. Anche le lampadine LED sono una delle soluzioni più indicate per contenere i consumi in casa e per diminuire gli importi in bolletta. Infine, si suggerisce di coibentare la casa per evitare le fughe di calore e i consumi sovradimensionati di gas.

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram