Carne di cavallo anche nel Ragù Star

Continua lo scandalo riguardante la presenza di carne di cavallo nei prodotti alimentari di provenienza europea, dopo le polpette Ikea, le lasagne Findus in Inghilterra, altre lasagne italiane e i tortelli e ravioli Buitoni, è la volta del Ragu’ Star prodotto presso lo stabilimento aziendale con sede ad Agrate Brianza.

Star ha subito precisato che nessun lotto di ragù attualmente in vendita è contaminato da carne di cavallo, dato che i Nas, dopo varie analisi, si sono occupati di ordinare il ritiro di 3.000 prodotti provenienti dallo stabilimento lombardo non riuscendo, quindi, a raggiungere i punti vendita.


Per la precisione, i prodotti contaminati possono essere riconosciuti dalla presenza dei seguenti codici: Gran Ragù con verdure STAR, lotto LH 044, scadenza 13.02.2016; Ragù Bolognese STAR, sugo al pomodoro con carne bovina, suina e olio di oliva, lotto LH 045, scadenza 14.02.2016; Gran Ragù Classico STAR, lotto LH 035, scadenza 04.02.2016; Gran Ragù Classico STAR, lotto LH 032, scadenza 01.02.2016.

Comunque nessuno di questi sarebbe attualmente sul mercato, come si è giustificata Star? L’azienda sostiene che la presenza di DNA equino sia dovuta all’utilizzo per la loro produzione di carne di cavallo macinata e surgelata proveniente dalla Romania ed acquistata presso un fornitore francese.

L’acquisto da parte di aziende italiane di prodotti esteri contribuisce ad aumentare il rischio di contaminazione, Coldiretti è subito intervenuta invitando ad utilizzare solo materie prime italiane,ma siamo davvero sicuri che il nostro paese sia del tutto estraneo a questa situazione? Sicuramente c’è bisogno di maggiori controlli, intanto Codacons invita a non acquistare prodotti con carne macinata surgelata fino a che la situazione non sarà del tutto chiarita.