CALCOLI DELLA COLECISTI, LA DIETA E I CIBI DA EVITARE

I calcoli della colecisti è un disturbo che colpisce circa il 15% della popolazione con un riscontro maggiore nel sesso femminile; uno dei fattori di rischio di soffrire di calcolosi, come per altri disturbi, è quello di adottare un regime alimentare sbagliato.

dietaayurvedica

La calcolosi è spesso associata ad una situazione si sovrappeso e ad un’alimentazione ricca di grassi, ma c’è anche una relazione con delle diete dimagranti che portano ad una veloce riduzione di peso.


Per quanto concerne il ruolo della dieta sulla formazione dei calcoli della colecisti sembra che un’alimentazione bilanciata abbia effetti benefici sul disturbo in questione sia a livello preventivo che curativo.

Nota: Quelli che andrete a leggere sono dei consigli e delle regole tipicamente legate a questo disturbo, ma vi raccomandiamo di consultare sempre il vostro medico per valutare la vostra situazione, che varia da soggetto a soggetto.

Regole

  • Adottare un regime alimentare che assicuri un peso corretto
  • Ridurre l’introduzione di zuccheri raffinati
  • Consumare una corretta quantità di fibre
  • Consumare pasti leggeri con frequenza

I cibi consigliati

  •  pane integrale, pane tostato, fette biscottate
  • pasta integrale
  • riso
  • semolino
  • latte scremato o parzialmente scremato
  • yogurt magri
  • formaggi magri
  • carne magra (coniglio, manzo, pollo, tacchino e vitello) preferibilmente lessata o ai ferri
  • bresaola
  • prosciutto crudo sgrassato
  • pesce di qualsiasi tipo, ma si evitino le fritture
  • verdura (broccoli, carciofi, carote, cavoli, insalata, melanzane e piselli)
  • frutta (arance, albicocche, banane, kiwi, mele, pere, pompelmi, pesche) e succhi di frutta.
  • Moderare il consumo di dolci
  • Condimenti: solo olio extra vergine di oliva
  • Modalità cottura: ferri, vapore, forno

I cibi da evitare

  • pane fresco
  • latte intero
  • formaggi fermentati, piccanti, semigrassi e grassi
  • uova (non sono totalmente proibite, ma se ne limiti il consumo)
  • maionese e senape
  • condimenti grassi e salse piccanti
  • carni grasse, affumicate, marinate e salate (agnello, anatra, cacciagione, capretto, frattaglie, maiale, montone, oca)
  • salumi e insaccati
  • pesci grassi (solo in caso di difficoltà a livello digestivo)
  • frutta secca
  • alcolici e superalcolici
  • caffè, tè
  • bevande gassate
  • bevande ghiacciate
  • cacao e cioccolato
  • gelati
  • panna

LEGGI ANCHE: CALCOLI DELLA COLECISTI, DEFINIZIONE E CAUSE