Calamarata, ricetta

La calamarata è un formato di pasta tipico della cucina campana noto anche come mezzi paccheri, adatta  per essere condita con dei condimenti veloci e saporiti come il calamaro che, tagliato ad anelli grossi,  è  uguale al formato di pasta. Ecco la ricetta

Ingredienti

  • Calamarata 400 g
  • Calamari 600 g
  • Aglio 1 spicchio
  • Peperoncino fresco 1
  • Prezzemolo da tritare 2 cucchiai
  • Sale q.b.
  • Pepe nero q.b.
  • Pomodorini ciliegino 400 g
  • Triplo concentrato di pomodoro 25 g
  • Vino bianco 60 g
  • Olio extravergine d’oliva q.b.

Procedimento

Sii spella e si schiaccia l’aglio, si pulisce e si sminuzza  il peperoncino, si lavano i  pomodorini, e si dividono in 4 parti. Si devono poi pulire i  calamari. Si sciaquano sotto acqua corrente, si stacca  la parte interne tirando il capo. Si elimina la parte bianca con la cartilagine; si tolgono gli occhi e si spreme  il becco che si trova al centro.

Si stacca quindi la pelle, usando uno   spelucchino e si sciaqua   nuovamente, poi si taglia il tutto  ad anelli grossi circa 2 cm 8. Si mette a bollire in un tegame abbondante acqua da salare a bollore per poi cuocere la pasta. Quindi mettete sul fuoco una casseruola. Si scalda l’olio assieme allo spicchio d’aglio sbucciato intero ed il peperoncino tritato

Nel momento in cui il fondo è ben caldo si alza  la temperatura e si scottano gli anelli di calamari. Nel momento in cui sono sigillati si sfuma con il vino bianco e si aspetta che l’alcol sia completamente evaporato. Quindi si rimuove l’aglio, si aggiungono i pomodorini e il concentrato di pomodoro

Si stempera  quest’ultimo, si aggiusta  di sale  e poi abbassate la fiamma e si lascia  cuocere il tutto per una decina di minuti; a fine cottura si spolverizza   con il prezzemolo tritato. Nel frattempo si cuoce  la pasta fino a metà cottura

Nel momento in cui la pasta è cotta si preleva un mestolo d’acqua di cottura e si versa  in padella, poi si scola  la calamarata e si tuffa in padella. Si amalgama  e si aggiunge  acqua al bisogno affinché il composto risulti liquido ma non slegato

Si mette un foglio di carta da forno dentro un  foglio di alluminio, si adagia  nel mezzo un paio di mestolate di pasta, si chiude la carta la forno  a caramella prima la carta forno e poi quella alluminio. Si dispongono   i cartocci su una leccarda e si cuociono in forno statico, già caldo a 200°, per circa 10 minuti. La calamarata è pronta.