Bimbo si sveglia con mal di testa – Cade in coma dopo aver subito un terribile rigonfiamento del cervello

La vita di un bambino di 6 anni è cambiata da un giorno all’altro quando è successo qualcosa di estremamente insolito: il suo cervello ha iniziato a gonfiarsi, secondo The Sun.

Si è scoperto che soffriva di una malattia insolita e la famiglia ora chiede aiuto.

Una notte, Ellis Artist, un bambino di 6 anni del West Yorkshire, in Inghilterra, si alzò dal dolore, gridando ai suoi genitori, Paul Artist, 37 anni, e Sarah Girdwood, 34 anni. Aveva molto dolore al collo e alla testa e subito dopo ha iniziato a soffrire di vertigini e vomito.

Indice:

Gli antibiotici non hanno funzionato

La famiglia partì immediatamente per l’emergenza ospedaliera. All’inizio i dottori pensarono che fosse la meningite. Ma gli antibiotici sembravano non funzionare e il bambino ha avuto difficoltà a svegliarsi da un sonno profondo mentre iniziava a dire parole a caso.

I medici hanno deciso di fare una risonanza magnetica e quello che hanno scoperto è stato il peggiore dei risultati. Secondo The Sun, Elis soffriva di encefalomielite acuta disseminata (EAD). È una rara malattia autoimmune caratterizzata da un improvviso e diffuso attacco di infiammazione nel cervello e nel midollo spinale.

Il cervello si infiammò

Questa malattia attacca anche il sistema immunitario e può svilupparsi da una leggera infiammazione nel corpo. Non sai da dove viene perché le cause possono essere tra le più svariate.

Questa malattia molto rara ha causato il rigonfiamento del cervello che ha causato crampi nel corpo. La malattia può colpire persone diverse in situazioni diverse, quindi è molto difficile per i medici specificare una prognosi per Ellis. Ma che il cervello si infiamma è qualcosa di molto insolito che ha sorpreso molto i medici ospedalieri.

Induzione al coma

Una settimana dopo i medici furono costretti a indurre il coma con la respirazione assistita. E questo perché l’infiammazione ha iniziato a diffondersi alla colonna vertebrale. Alla fine Ellis riuscì a respirare da solo ma continuò a restare in coma. Aveva cure mediche 24 ore al giorno e i suoi tre fratelli e il resto della famiglia rimasero al suo fianco. I dottori erano pronti a fare tutto ciò che potevano. Stimano che la degenza in ospedale di Ellis potrebbe essere prolungata per diversi mesi.

Ora tutti supportano la raccolta fondi

La scuola frequentata da Ellis “Clayton St John CE” cerca di raccogliere fondi in modo che la famiglia possa sostenere le spese mediche e ospedaliere.

Ellis è un bambino forte e l’intera rete lo supporta.

Non è ancora noto come stia Ellis. Speriamo che possa tornare alla normalità con la sua famiglia e i suoi amici.

Condividi per aiutare Ellis e la sua famiglia!