Bimbo di 4 anni costretto a tagliarsi i suoi bellissimi capelli perché viola alcune leggi scolastiche – Altrimenti la scuola l’avrebbe identificato come bambina

Durante un recente incontro con l’insegnante in una scuola Tatum ISD in Texas, a Randi Woodley è stato detto che aveva bisogno di parlare con il preside di suo nipote sui suoi capelli. Secondo KETK , Woodley ha avuto la custodia di suo nipote di quattro anni, Michael Trimble, da quando aveva quattro mesi.

Le fu detto che Michael, il cui soprannome è Tink, aveva bisogno di cambiarsi i capelli perché erano troppo lunghi e potevano essere causa di distrazione per gli altri suoi compagni, che inizialmente credevano fosse una bambina.

La sovrintendente, la dott.ssa JP Richardson, le disse che aveva bisogno di cambiare i capelli di suo nipote per rispettare un codice di abbigliamento che Woodley diceva discriminasse alcuni bambini.

Secondo il codice di abbigliamento , “I capelli dello studente devono essere sempre puliti e ben curati e non devono ostruire la vista degli altri compagni. Non sono ammessi capelli eccessivamente lunghi per studenti maschi. TUTTI i capelli dei maschietti di qualsiasi tipo NON DEVONO estendersi sotto la parte superiore del colletto di una t-shirt.

I capelli di Michael cadono naturalmente sotto il colletto e questo viola il codice scolastico.

Woodley era irremovibile di non tagliare i capelli di Michael, quindi li ha intrecciati. Ora sta combattendo contro consiglio scolastico e chiede cambiamenti.

All’ultima riunione del consiglio scolastico, altre due persone hanno parlato contro il codice di abbigliamento .

“Dire a un afroamericano come devono essere i capelli è sbagliato”, ha detto un membro della famiglia di uno studente.

Kambry Cox, che ha affermato che i capelli lunghi di suo figlio sono considerati un problema , ha cercato di rispettare il codice di abbigliamento, ma alla fine non ha trovato uno stile che suo figlio di cinque anni ha trovato comodo. Ad un certo punto, quando i capelli di suo figlio cadono sotto il colletto, i suoi capelli dovranno essere tagliati a meno che il consiglio scolastico non decida di cambiare la loro politica.

Non è chiaro se il consiglio scolastico apporterà modifiche. La prossima riunione del consiglio è prevista per ottobre.

Attualmente esiste una petizione con oltre 8.000 firme a supporto di Tink.

Pensi che i suoi capelli siano considerati una distrazione per gli altri suoi compagni?

Condividi su facebook se vuoi che i capelli del bambino non vengano tagliati!