Bimba di 7 mesi dichiarata morta dall’ospedale, durante il funerale si accorgono del terribile sbaglio

Una famiglia è rimasta letteralmente sconvolta dalla tragedia che li ha colpiti qualche tempo fa, la piccola Keilin Joahanna Ortiz Montoya una piccola bimba di soli 7 mesi, era stata dichiarata morta dopo essere stata ricoverata diversi giorni in ospedale.

I genitori non potevano credere di aver perso la loro piccola di appena pochi mesi, non potevano immaginare invece che la verità era un’altra e la loro bambina in realtà era ancora viva.

Una storia terribile di malasanità che arriva dall’Honduras, la giovane madre, Ivis Montoya ha scoperto solo in chiesa che la piccola, della quale stavano celebrando già il funerale, in realtà respirava ancora.

La bambina era stata ricoverata ad agosto nell’ospedale Rivas di Villanueva in seguito a convulsioni, disidratazione e diarrea, probabilmente causata da un’infezione batterica intestinale, i medici, nonostante le cure, avevano parlato fin dall’inizio di un quadro clinico generale abbastanza grave, dopo tre giorni dal ricovero la piccola era stata dichiarata ufficialmente morta.

La madre sconvolta dal dolore non aveva potuto fare altro che accettare quella terribile verità e portò in chiesa la sua bimba per il giorno del funerale, al momento di adagiarla su una piccola sedia, dato che erano così poveri da non potersi permettere nemmeno di acquistare una bara, si è scoperto che la piccola respirava ancora, la donna ha portato la bimba di corsa in un altro ospedale che l’ha ricoverata urgentemente in terapia intensiva dove la piccola si trova ancora anche se in gravi condizioni di salute.

La bimba lotta tra la vita e la morte, la famiglia ha ancora una piccola speranza che si possa riprendere, mentre la polizia indaga su come si possa certificare una morte che in realtà non lo era affatto.