DonnaWeb - Il mondo delle donne a portata di click

Gennaio 10, 2021

Redazione DonnaWeb

Bimba di 5 anni muore a taranto, lottava contro un tumore da un anno e aveva contratto il covid

Purtroppo per la piccola Federica non ce stato nulla da fare, si è spenta in questi giorni durante una dura lotta contro una neoplasia al cervello.

La piccola di 5 anni lottava da diverso tempo contro il tumore, ha passato un intero anno di continui spostamenti cercando di trovare una possibile soluzione, ma tutti i tentativi sono risultati vani.

Un calvario durato un anno

Pubblicità

La bambina ha mostrato i primi sintomi l'anno scorso, i genitori preoccupati per le condizioni della figlia decisero di portarla dal medico per farle fare tutti i controlli necessari, da quel momento, iniziarono a capire la difficile situazione in cui si trovava Federica, i numerosi esami fatti portavano ad una sola conclusione, la bambina aveva un grave tumore al cervello.

Da quella scoperta, i genitori fecero il possibile per trovare una soluzione, affidandosi ad ospedali di diverse città d'Italia, partendo da Milano per poi giungere a Roma, sperando che tutte le terapie e interventi riuscissero a salvarle la vita.

Ma purtroppo, durante il ricovero nella Capitale, la bambina non ottenne alcun miglioramento, e come se non bastasse, in quel periodo risultò anche positiva al coronavirus, da quel momento, le condizioni della piccola Federica non fecero altro che peggiorare.

In questo ultimo periodo, la famiglia si trasferì a Bari, dove avevano recentemente ricoverato la piccola presso l'ospedale Giovanni XXIII, ma proprio durante quest'ultimo ricovero, il cuore della bambina ha smesso di battere per sempre.

Supporto e indignazione sui social

Dopo la scoperta di tale notizia, numerosi utenti sui social dedicarono parte del loro tempo per mandare dei messaggi di supporto nei confronti della famiglia, che ha subito una tragedia molto dura sopportare.

Oltre ai messaggi di supporto, è anche scattata l'indignazione di cittadini e associazioni, con una protesta portata avanti che collega la malattia di Federica alle emissioni nocive dell'ex Ilva invocando la chiusura della fabbrica.

L’associazione Genitori Tarantini Ets, ha dedicato un messaggio sulla loro pagina facebook in merito alla questione:

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram