Bere l’acqua a stomaco vuoto, cosa succede nell’organismo? Ecco i benefici

I giapponesi seguono l’antica tradizione di bere l’acqua appena svegli, usata per la guarigione durante la 2° Guerra Mondiale dopo che un giornale dell’epoca elencò i suoi benefici.

Bere tanto fa bene, è importante mantenere idratato il proprio corpo, inoltre, aiuta in caso di malattie più o meno gravi.

bere-stomaco

Bere l’acqua a stomaco vuoto soprattutto in presenza di:

  • Mal di testa;
    Dolori muscolari;
    Problemi cardiaci;
    Battito del cuore accelerato;
    Epilessia;
    Colesterolo;
    Bronchite;
    Asma;
    Meningite;
    Malattie renali e alle vie urinarie;
    Vomito;
    Diarrea;
    Gastrite;
    Diabete;
    Costipazione;
    Problemi mestruali;
    Malattie legate agli occhi;
    Malattie legate all’utero;
    Malattie legate alle orecchie, naso e gola.

Gli organi del nostro corpo hanno bisogno di ricevere acqua a sufficienza, il consumo di acqua a stomaco vuoto aiuta ad eliminare le tossine e gli scarti nell’organismo, quindi risulta un ottimo mezzo di depurazione ed aiuta il metabolismo.



Bere acqua a stomaco vuoto aiuta a dimagrire, da una sensazione di sazietà e frena il desiderio di mangiare.

Come bere con regolarità:

Bere 4 bicchieri d’acqua appena sveglio prima di lavare i denti

Lava i denti e non mangiare ne bere per 45 minuti poi fai la solita colazione

Dopo aver fatto i pasti principali della giornata non bisogna mangiare e bere per almeno 2 ore.

Si tratta di una sana abitudine che aiuta a idratare l’organismo e a rinnovare le energie, soprattutto in presenza di patologie, anche se dovrebbe un’abitudine di tutti.

Fonte